Faenza. Gli studenti delle quinte classi delle sezioni A e C dell’Istituto comprensivo “Carchidio-Strocchi” si sono recati in municipio nei giorni scorsi per incontrare il sindaco Massimo Isola, per un incontro organizzato nell’ambito di un progetto proposto dalle insegnanti Isabella Lonoci, Cecilia Dalle Fabbriche e Rosa De Vivo.

“Il progetto lega alcune materie oggetto di studio come la geografia, le lettere e l’educazione civica. L’idea nasce dalla volontà di avvicinare i ragazzi al mondo delle istituzioni. E quale miglior modo se non quello di far fare loro una intervista al sindaco della città? Abbiamo dunque realizzato un lavoro preparatorio per tracciare una linea di azione, focalizzandoci sulle domande da fare. Questo per conoscere meglio la persona che guida la città, la sua formazione, il perché ha deciso di dedicarsi alla vita politica e l’attività istituzionale. Il tutto legato poi al lavoro che svolge in qualità di primo cittadino di Faenza e di presidente dell’Unione della Romagna faentina. Sintetizzando le risposte e le impressioni ricevute durante ogni studente realizzerà successivamente un elaborato scritto che costituirà la biografia di Massimo Isola e il ruolo istituzionale che ricopre”, spiegano le tre docenti.

Dopo un breve saluto portato dall’assessore alla Scuola Martina Laghi, il sindaco Isola ha risposto alle domande che gli alunni delle Carchidio avevano preparato per lui; domande che hanno spaziato dalla sua formazione scolastica alle passioni personali fino ad arrivare a richieste più prettamente incentrate sul tema del ruolo istituzionale ricoperto da Isola. Alcune richieste di informazioni sono state particolarmente articolate, come quella fatta, ad esempio, da uno degli alunni che ha domandato al primo cittadino se avesse partecipato alla recente riunione dell’Anci a Parma e su quali temi ci si era confrontati.

(Annalaura Matatia)