Imola. Grave carenza di personale infermieristico che sta mettendo a dura prova la tenuta della qualità dell’assistenza. La situazione è molto difficile all’ospedale di Montecatone secondo Erika Ferretti della Fp-Cgil, Kevin Ponzuoli della Cisl Fp e Giuseppe Rago della Uilp Uil.

“All’ultimo bando di concorso per infermieri indetto dall’Istituto di Montecatone, infatti, sono pervenute solamente sei domande. Il 13 dicembre uscirà la graduatoria ma, considerando i tempi necessari di assunzione, di preavviso e di formazione, non è una soluzione immediata alla gravosa situazione nei reparti per garantire il diritto di lavoro in sicurezza e di cura – spiegano i segretari delle tre sigle sindacali dei confederali -. Abbiamo più volte evidenziato la difficoltà di reperire personale infermieristico anche all’interno dell’Ausl di Imola e delle strutture private nel circondario imolese. Ad oggi l’Ausl garantisce 8 unità infermieristiche a Montecatone e altre unità infermieristiche alle CRA del territorio, ma questa soluzione non è più sufficiente. Ad aggravare la criticità di carenza di organico si aggiunge la direttiva della Regione, inviata alle Aziende sanitarie, di sospendere le assunzioni del personale”.

“Possiamo continuare a gravare sempre sugli stessi operatori ai quali continuamente chiediamo ulteriori sforzi senza nessuna data di risoluzione? – continuano la Ferretti, Ponzuoli e Rago -. Crediamo di no e crediamo anche che non sia rinviabile la soluzione al 2022, nonostante manchino pochi giorni alla fine dell’anno. La soluzione va trovata oggi per rispetto delle persone che lavorano dentro all’istituto.
Riteniamo che le Istituzioni e la Regione debbano farsi carico della risoluzione immediata di questa criticità che va ad incidere negativamente sugli operatori sanitari e sulla qualità dei servizi ai cittadini pazienti del nosocomio per mielolesi”.