Imola. Il Comitato Pace e Diritti ha inviato il 9 dicembre al presidente del Circondario Marco Panieri una richiesta di incontro per fare il punto sull’accoglienza di profughi sul nostro territorio.

A fine agosto, quando è esplosa la crisi umanitaria in Afghanistan dopo la presa di Kabul da parte dei talebani, la Conferenza dei sindaci del Circondario aveva avviato le procedure per l’attivazione di progetti di accoglienza e il Comitato Pace e diritti si era reso disponibile a partecipare attivamente.

A distanza di quattro mesi, riteniamo necessario un confronto per verificare a che punto è il percorso avviato, quante persone sono state accolte, quali interventi sono stati attuati nel nostro territorio e, più in generale, quali sono le criticità emerse nel sistema di accoglienza dei richiedenti asilo, così da capire come dare un sostegno mirato.
Il Comitato Pace e Diritti rinnova, infatti, la propria disponibilità ad attivarsi concretamente, vista anche la tragica situazione che stanno vivendo migliaia di migranti ammassati al confine tra Bielorussia e Polonia, nella speranza che si aprano al più presto corridoi umanitari.