Imola. Il 14 dicembre, si è svolto il volantinaggio Fp Cgil e Uil Fpl all’ingresso dell’ospedale Santa Maria della Scaletta per sottolineare ed esplicitare l’allarme organici: situazione aggravata in seguito al blocco delle assunzioni, come indicato dalla Regione.

“Ci duole constatare che avevamo ragione di farlo e che non poteva essere procrastinato – scrivono Erika Ferretti per la Fp Cgil e Giuseppe Rago per la Uil Fpl -, la sanità pubblica non può essere fermata. Dal 15 dicembre sarà attivo un nuovo Hub vaccinale presso il padiglione 12 dell’area ex Lolli. Pur consapevoli dell’importanza della campagna vaccinale, che riteniamo fondamentale, viste le carenze di personale in diversi servizi e reparti dell’azienda più volte da noi denunciati e il blocco delle assuzioni, con quale personale sanitario sarà garantito il nuovo Hub vaccinale? L’Ausl di Imola come intende destinare personale per quell’Hub vaccinale? Non abbiamo ricevuto nessuna informativa in merito e la nostra preoccupazione aumenta perché gli operatori sono ormai due anni che sono sottoposti a una notevole pressione e a carichi di lavoro molto importanti. Continueremo a trattare con l’Ausl e a chiedere alla Regione di sbloccare i fondi per evitare il blocco delle assunzioni. Senza risorse, la sanità si ferma e non intendiamo accettare questa situazione”.