Imola. La giunta comunale ha approvato i bandi di iscrizione per l’anno scolastico 2022/2023 per l’accesso alla scuola dell’infanzia, alla scuola primaria ed alla secondaria di primo grado.

Si tratta di un provvedimento che interessa circa 1.800 fra bambini/e e altrettante famiglie, che dal 4 al 28 gennaio 2022 avranno tempo per presentare la domanda di iscrizione rispettivamente alla scuola dell’infanzia, al primo anno della scuola primaria ed al primo anno della scuola secondaria di primo grado.

Si tratta dei nati negli anni 2017-2018-2019 (in particolare 2019) e nati dal 1 gennaio al 30 aprile 2020 residenti nel Comune di Imola per chi si iscrive alle scuole dell’Infanzia; dei nati nel 2016  (obbligati) e nati dall’1 gennaio al 30 aprile 2017 (anticipatari) per chi si iscrive al primo anno della scuola primaria residenti/domiciliati nel Comune di Imola; degli alunni e delle alunne che attualmente frequentano la classe 5a della scuola primaria, residenti/domiciliati nel Comune di Imola per la scuola secondaria di primo grado.

I bandi con tutte le informazioni per le iscrizioni sono consultabili online da oggi sul sito del Comune https://www.comune.imola.bo.it/scuole-formazione oltre che in ciascuna delle scuole interessate.

Per quanto riguarda la scuola dell’infanzia, l’offerta dei posti è suddivisa fra 3 gestori del servizio: il Comune, con 23 sezioni proprie; la scuola statale, con 27 sezioni e il privato paritario, con 19 sezioni. Per la scuola primaria l’offerta si suddivide in tempo ordinario – dalle 27 alle 30 ore settimanali – e tempo pieno – 40 ore settimanali – e riguarda i 6 istituti comprensivi statali e l’istituto comprensivo paritario San Giovanni Bosco.

Per le scuole secondarie di primo grado l’offerta è articolata prevalentemente su 6 giorni, dal lunedì al sabato, con alcuni corsi anche su 5 giorni, dal lunedì al venerdì. Inoltre, c’è la possibilità per le scuole secondarie di primo grado di scegliere la seconda lingua straniera offerta dai singoli corsi, oppure l’inglese potenziato, stante che la prima lingua straniera per tutti è l’inglese.

“Siamo contenti che i frutti del lavoro del ‘Tavolo di confronto della scuola imolese’, ricostituito ad ottobre 2020, subito dopo il nostro insediamento, per il secondo anno consecutivo producano criteri e bandi condivisi da tutti gli istituti scolastici e da tutti i soggetti che compongono l’offerta scolastica dei tre livelli d’istruzione suddetti. Un risultato importante che è maturato in alcune settimane di lavoro, tra la fine di ottobre e l’inizio di dicembre, che ha coinvolto i dirigenti e gli insegnanti delegati dai singoli istituti coordinati dai responsabili comunali. A tutti va il mio ringraziamento per questo lavoro. In tal modo si tiene insieme tutta la comunità scolastica imolese, che si conferma un patrimonio qualificato e prezioso per tutta la nostra collettività. Ed è significativo che la delibera di giunta comunale segua l’approvazione dei criteri da parte di tutti i consigli di istituto imolesi” sottolinea Fabrizio Castellari, vicesindaco ed assessore alla Scuola.