Il report 13-19 dicembre ci segnala ancora un aumento dell’incidenza: 351 casi per 100mila abitanti. Rt stabile a 1,13. Il tasso di occupazione dei posti in area medica e in terapia intensiva è rispettivamente 13,9% e 10,7%. “Data la circolazione della variante omicron, molto trasmissibile, insieme alla variante delta, è bene mantenere le misure di precauzione individuale oltre ad accelerare la dose vaccinale di richiamo”, sottolinea la Cabina di regia.

È stabilmente e significativamente sopra la soglia epidemica l’Rt calcolato sui soli casi ospedalizzati a livello nazionale con un continuo aumento del numero di persone ricoverate nei reparti ospedalieri di area medica e terapia intensiva. Questo sta imponendo una revisione organizzativa delle prestazioni assistenziali erogate a favore dei pazienti Covid-19.

Diminuisce la percentuale di casi identificati a livello nazionale attraverso l’attività di tracciamento dei contatti e si segnalano criticità nel tracciamento in diverse Regioni Italiane. Alla luce del rapido aumento nella circolazione in Europa ed ormai anche in Italia della variante omicron di Sars-CoV-2, si raccomanda il rigoroso rispetto delle misure comportamentali, ed in particolare distanziamento, uso della mascherina, areazione dei locali ed igiene delle mani, sia a livello individuale che collettivo, evitando in particolare situazioni di assembramento.

“Una più elevata copertura vaccinale, in tutte le fasce di età, anche quella 5-11 anni, il completamento dei cicli di vaccinazione ed il mantenimento di una elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano strumenti necessari a contenere l’impatto dell’epidemia anche sostenuta da varianti emergenti”.

La situazione odierna

Nelle ultime 24 ore in Italia vi sono stati 144 decessi (ieri 141), i contagi sono 54.762 (ieri 50.559), tasso di positività al 5,6% (ieri 5,4%). Terapie intensive in crescita: + 33 rispetto a ieri, ricoverati con sintomi: + 80. I guariti sono 14.851.

In Emilia Romagna 21 decessi (ieri 22): uno nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 68 anni); tre nella provincia di Modena (una donna di 88 anni e due uomini, rispettivamente di 58 e 83anni); undici in provincia di Bologna (sette donne di 54, 62, 77, 84, 86, 88 e 90 anni e quattro uomini di 41, 73, 78 e 93 anni); uno nella provincia di Ferrara (un uomo di 55 anni); quattro nella provincia di Ravenna (tre donne di 60, 84 e 86 anni; un uomo di 50 anni) e uno nella provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 71 anni). Nessun decesso nelle province di Piacenza, Parma e Rimini. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.126.I positivi odierni sono 3.551 (ieri 3.067) con un indice di positività all’8,4% (ieri 6,4%).

Nell’Ausl di Imola 52 nuovi contagiati (ieri 85). Le persone del circondario ricoverate in terapia intensiva a Bologna sono 6 (come ieri).

FAQ sulle misure adottate con o senza green pass >>>> 

Alla scoperta del certificato verde >>>>

Green pass sui luoghi di lavoro, tutte le FAQ >>>>

La tabella delle attività consentite in base alle varie zone >>>>

Aggiornamento ore 12 del 25 dicembre (dati del 24 dicembre)

Terapie intensive: + 33 rispetto a 24 ore fa, i nuovi ingressi sono 106 (ieri 102), per un totale di 1.071 ricoverati.

I decessi sono 144 (ieri 141) con 54.762 positivi (ieri 50.559), 969.752 tamponi (ieri 929.775). I morti da inizio pandemia sono 136.530, i casi complessivi 5.622.431. Sempre in crescita i casi attivi: 500.466 (nelle 24 ore + 39.792).

I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid sono 8.892 (+ 80). Isolamenti domiciliari in crescita: 490.503 (ieri 450.824)

I guariti nelle 24 ore sono 14.851 per un totale di 4.985.435.

21 decessi in Emilia Romagna (ieri 22). I positivi sono 3.551 (ieri 3.067), con 42.016 tamponi (ieri 47.902). 309 i guariti. I casi attivi sono 52.826 (+ 3,220), stabili le terapie intensive: 107, in crescita i ricoverati negli altri reparti Covid: 1.142 (+ 23).

I positivi in Italia

Nessuna regione con 0 casi. La Lombardia rimane la regione con più contagi nelle 24 ore: 17.332 (16.044), Veneto 5.402 (5.074), Campania 4.837 (4.541), Lazio 4.171 (3.475), Piemonte 3.756 (4.609), Emilia Romagna 3.551 (ieri 3.067), Toscana 3.438 (3.337), Sicilia 2.446 (2.131), Puglia 1.671 (664), Liguria 1.451 (1.459), Friuli Venezia Giulia 1.245 (826), Umbria 1.117 (1.229).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 505.738 casi di positività, 3.551 in più rispetto a ieri, su un totale di 42.016 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è dell’8,4%.

Report vaccinazioni con il rapporto Covid vaccinati – non vaccinati novembre 2021 >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale >>>>

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 8.234.650 dosi; sul totale sono 3.598.036 le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi sono 1.199.536.

Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 1.385 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 612 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone, 661 sono stati individuati all’interno di focolai già noti.

L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,5 anni.

Sui 1.385 asintomatici, 518 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 45 con lo screening sierologico, 78 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 12 tramite i test pre-ricovero. Per 732 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 766 nuovi casi, seguita da Modena (533) e Reggio Emilia (503); poi Ravenna (371), Rimini (351) e Parma (270); quindi Ferrara (255), Forlì (173), Cesena (166); infine Piacenza (111) e il Circondario Imolese con 52 casi.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 22.021 tamponi molecolari, per un totale di 7.142.404. A questi si aggiungono anche tamponi rapidi 19.995.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 309 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 438.786. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 52.826 (+3.220). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 51.577 (+3.197), il 97,6% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano ventun decessi: uno nella provincia di Reggio Emilia (una donna di 68 anni); tre nella provincia di Modena (una donna di 88 anni e due uomini, rispettivamente di 58 e 83anni); undici in provincia di Bologna (sette donne di 54, 62, 77, 84, 86, 88 e 90 anni e quattro uomini di 41, 73, 78 e 93 anni); uno nella provincia di Ferrara (un uomo di 55 anni); quattro nella provincia di Ravenna (tre donne di 60, 84 e 86 anni; un uomo di 50 anni) e uno nella provincia di Forlì-Cesena (un uomo di 71 anni). Nessun decesso nelle province di Piacenza, Parma e Rimini.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.126.

Stabile il numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva (107, come ieri); 1.142 quelli negli altri reparti Covid (+23).

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 7 a Parma (numero invariato rispetto a ieri); 12 a Reggio Emilia (-1); 10 a Modena (invariato);31 a Bologna (+1); 6 a Imola (invariato); 12 a Ferrara (+1); 11 a Ravenna (-3); 2 a Forlì (invariato); 3 a Cesena (+2); 13 a Rimini (invariato). Nessun ricovero nella provincia di Piacenza, (come ieri).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 29.528 a Piacenza (+111, di cui 65 sintomatici) 37.126 a Parma (+270, di cui 149 sintomatici), 59.357 a Reggio Emilia (+503, di cui 368 sintomatici), 82.387 a Modena (+533, di cui 205 sintomatici), 105.358 a Bologna (+766, di cui 452 sintomatici), 16.465 casi a Imola (+52, di cui 38 sintomatici), 31.508 a Ferrara (+255, di cui 46 sintomatici), 42.727 a Ravenna (+371, di cui 305 sintomatici), 23.921 a Forlì (+173, di cui 147 sintomatici), 26.737 a Cesena (+166, di cui 128 sintomatici) e 50.624 a Rimini (+351, di cui 263 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi, è stato eliminato 1 caso positivo a test antigenico ma non confermato dal tampone molecolare.