L’Emilia Romagna si avvicina alla zona gialla. Oggi i positivi sono 18.413 ben 4.742 in più di 24 ore fa, con un indice di positività al 29,5% (ieri 21,8%). A questi se ne aggiungono 20.115 riscontrati tra il 27 dicembre 2021 e il 3 gennaio di quest’anno e recuperati a seguito dell’adeguamento dei sistemi informativi di registrazione dei contagi alle nuove indicazioni nazionali.

Sono 140 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (-1 rispetto a ieri); l’età media è di 62 anni. Sul totale, 109 (quindi il 77,9%) non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,4 anni), mentre i restanti 31 sono vaccinati con ciclo completo (età media 67 anni).

Nell’Ausl di Imola salgono a 10 i ricoverati nelle terapie intensive ( + 1).

In regione segnalati 24 decessi (ieri 15): due in provincia di Parma (due donne di 90 e 97 anni); due anche in provincia di Reggio Emilia (due donne di 82 e 99 anni); tre in provincia di Modena (un uomo di 95 anni e due donne di 86 e 95 anni), sette in provincia di Bologna (tre donne di 74, 81 e 98 anni, e quattro uomini di 67, 82, 83 e 86 anni), quattro in provincia di Ravenna (quattro donne di 76, 81, 87 e 89 anni), tre in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 90 anni e due uomini di 73 e 91 anni). Infine gli ultimi tre decessi riguardano la provincia di Rimini, tre donne di 66, 72 e 73 anni. In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.320.

In Emilia Romagna le prime dosi del farmaco anticovid a domicilio

Sono state consegnate oggi in Emilia-Romagna dalla struttura commissariale 840 confezioni del farmaco antivirale Molnupiravir, corrispondenti ad altrettanti trattamenti. Si tratta del farmaco che inibisce la replicazione del virus SARS-CoV-2, ancora in fase di studio ma già utilizzabile nei pazienti a domicilio a rischio di evoluzione verso forme gravi. Di queste, 500 confezioni sono state immediatamente distribuite alle aziende sanitarie, le altre 340 rimarranno a disposizione per ricostituire le scorte visto che, per ora, non è stata stabilita la data di consegna di ulteriori quantità.

È indicato per il trattamento del virus SARS-CoV-2 negli adulti appartenenti a determinate categorie che, pur non necessitando di un ricovero ospedaliero, corrono maggiormente il rischio di progressione verso forme più gravi. Deve essere somministrato il prima possibile, dopo la conferma di diagnosi di Covid 19 ed al massimo entro 5 giorni dall’insorgenza dei sintomi.

Nelle ultime 24 ore in Italia 198 decessi (ieri 231). I positivi nelle 24 ore sono 219.441 (ieri 189.109), tasso di positività al 19,3% (ieri 17,3%). Terapie intensive: + 39, ricoverati con sintomi: + 463. I guariti sono 46.770.

FAQ sulle misure adottate con o senza green pass >>>> 

Alla scoperta del certificato verde >>>>

Green pass sui luoghi di lavoro, tutte le FAQ >>>>

La tabella delle attività consentite in base alle varie zone >>>>

Aggiornamento ore 12 del 6 gennaio (dati del 5 gennaio)

Terapie intensive: + 39 rispetto a 24 ore fa, i nuovi ingressi sono 177 (ieri 132), per un totale di 1.467 ricoverati.

I decessi sono 198 (ieri 231), 219.441 positivi (ieri 189.109), 1.138.310 tamponi (ieri 1.094.255). I morti da inizio pandemia sono 138.474, i casi complessivi 6.975.465 Casi attivi: 1.593.579 (nelle 24 ore + 172.462).

I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid sono 13.827 (+ 463). Isolamenti domiciliari in crescita: 1.578.285 (ieri 1.406.325).

I guariti nelle 24 ore sono 46.770 per un totale di 5.243.412.

24 decessi in Emilia Romagna (ieri 15). I positivi sono 18.413 (ieri 13.671), con 62.472 tamponi (ieri 62.550). 3.536 i guariti. I casi attivi sono 156.788 (+ 34.968, considerati i casi recuperarti), in calo le terapie intensive: 140 (- 1), in crescita i ricoverati negli altri reparti Covid: 1.744 (+ 122).

I positivi in Italia

Nessuna regione con 0 casi. Solo due le regioni con men o di mille casi: Molise e Valle d’Aosta. In Lombardia: 52.693 nuovi casi nelle 24 ore (ieri 51.587), seguono Campania 16.512 (16.972), Toscana 17.286 (16.957), Piemonte 14.103 (16.937), Veneto 18.129 (16.871), Lazio 14.055 (16.464), Emilia Romagna 18.413 (ieri 13.671), Sicilia 14.269 (7.328), Puglia 5.558 (5.514), Abruzzo 4.808 (5.315), Umbria 3.206 (3.967), Friuli Venezia Giulia 4.159 (3.931), Provincia di Trento 2.596 (2.372), Liguria 3.066 (2.231), Calabria 2.602 (2.204), Marche 3.120 (2.147), Provincia Bolzano 1.592 (1.370), Sardegna 1.296 (1.239), Basilicata 1.005 (906).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 627.222 casi di positività, di cui 18.413 in più rispetto a ieri, su un totale di 62.472 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 29,5%.

Sono 140 i pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna (-1 rispetto a ieri); l’età media è di 62 anni. Sul totale, 109 (quindi il 77,9%) non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,4 anni), mentre i restanti 31 sono vaccinati con ciclo completo (età media 67 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.744 (+122 rispetto a ieri), età media 68,8 anni.

Rispetto ai 13.671 nuovi casi registrati ieri, la crescita dei contagi oggi registra un +34,7% (+55,8% ieri). Più contenuta quella dei ricoverati nei reparti Covid, +7,5%, e in calo nelle terapie intensive, -0,7%, sempre rispetto a ieri.

Nei dati comunicati oggi al ministero della Salute, ai 18.413 nuovi casi odierni sono stati sommati altri 20.115 casi di positività riscontrati tra il 27 dicembre 2021 e il 3 gennaio di quest’anno e recuperati a seguito dell’adeguamento dei sistemi informativi di registrazione dei contagi alle nuove indicazioni nazionali e alle esigenze di massima semplificazione che si rendono necessarie in questa fase di massima pressione epidemica. Intervento di adeguamento che è stato realizzato nei giorni scorsi. Va ricordato che i casi di contagio recuperati non incidono sulla colore dell’Emilia-Romagna, in zona bianca per il parametro dei ricoveri nei reparti Covid, al di sotto della soglia limite del 15% nell’ultima rilevazione nazionale del ministero di venerdì scorso.

L’età media dei nuovi positivi 2 di 37,7 anni.

Report vaccinazioni con il rapporto Covid vaccinati – non vaccinati 21 dicembre 2021 >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale >>>>

Alle ore 14 sono state somministrate complessivamente 8.642.041 dosi; sul totale sono 3.623.127 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale, il 90,2%, mentre quelle con almeno una dose (3.704.699) sono arrivate al 92,2%, sempre degli over 12. Le terze dosi già fatte sono 1.530.719.

I numeri a seguire sono relativi al totale dei dati comunicati oggi al ministero della Salute, e quindi 38.528: i 18.413 di oggi e i 20.115 recuperati dal 27 dicembre scorso. Non è infatti stato possibile suddividere le due voci per le singole aziende sanitarie. I numeri non sono quindi indicativi dell’andamento delle ultime 24 ore. Complessivamente, sono stati comunicati al ministero i seguenti dati sulle province: Piacenza 335 casi, Parma 1.859, Reggio Emilia 5.816, Modena 11.667, Bologna 7.339, Imola 35, Ferrara 2.544, Ravenna 3.146, Forlì 1.041, Cesena 1.528, Rimini 3.218.

Dato complessivo che influisce anche sui casi attivi, cioè i malati effettivi, che oggi arrivano 156.788 (+34.968, considerati i casi recuperarti). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 154.904 (+34.847, sempre considerati i casi recuperati), il 98,8% del totale dei casi attivi.

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 32.841 tamponi molecolari, per un totale di 7.435.254. A questi si aggiungono anche 29.631 test antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 3.536 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 456.114.

Purtroppo, si registrano 24 decessi: due in provincia di Parma (due donne di 90 e 97 anni); due anche in provincia di Reggio Emilia (due donne di 82 e 99 anni); tre in provincia di Modena (un uomo di 95 anni e due donne di 86 e 95 anni), sette in provincia di Bologna (tre donne di 74, 81 e 98 anni, e quattro uomini di 67, 82, 83 e 86 anni), quattro in provincia di Ravenna (quattro donne di 76, 81, 87 e 89 anni), tre in provincia di Forlì-Cesena (una donna di 90 anni e due uomini di 73 e 91 anni). Infine gli ultimi tre decessi riguardano la provincia di Rimini, tre donne di 66, 72 e 73 anni.

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.320.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 2 a Piacenza (-1 rispetto a ieri), 11 a Parma (+1); 16 a Reggio Emilia (-1); 11 a Modena (-2); 29 a Bologna (-7); 10 a Imola (+1); 21 a Ferrara (+1); 14 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (+3); 4 a Cesena (+1); 18 a Rimini (+3).