Con l’indice Rt che raggiunge l’1,38 e un aumento dele ospedalizzazioni, l’Emilia Romagna da lunedì 10 gennaio sarà in zona gialla assieme a Toscana, Abruzzo, e Valle d’Aosta.

Le regole per la zona gialla >>>> 

La situazione odierna

Nelle ultime 24 ore in Emilia Romagna i positivi sono 20.743 (ieri 14.901) con 53.946 tamponi (ieri 68.271), indice di positività al 32,7% (ieri 21,8%).

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 147 (+3 rispetto a ieri); l’età media è di 61,5 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,1 anni), il 76,1%, mentre 35 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65,9 anni).

Nell’Ausl di Imola 486 casi. Sono 8 i ricoverati nelle terapie intensive (come ieri).

In regione segnalati 16 decessi (ieri 27): due in provincia di Parma (un uomo di 88 anni e una donna di 93 anni); due in provincia di Modena (due uomini di 87 e 77 anni); sei in provincia di Bologna (tre donne di 62, 64 e 98 anni e due uomini di 57 e 95 anni, a cui si aggiunge il decesso di un uomo extraregione di Bovolone ma registrato dall’Asl di Bologna); tre in provincia di Ferrara (tre uomini di 63,75, 86 anni); due in provincia di Forlì-Cesena (due uomini di 88 e 73 anni), nessun caso a Piacenza e a Reggio Emilia. A questi si aggiungono due decessi in provincia di Modena: due uomini di 77 e 87 anni (che verranno registrati nei prossimi giorni). In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.378.

Nelle ultime 24 ore in Italia 157 decessi (ieri 184). I positivi nelle 24 ore sono 155.659 (ieri 197.552), tasso di positività al 15,7% (ieri 16,2%). Terapie intensive: + 38, ricoverati con sintomi: + 717. I guariti sono 30.399.

FAQ sulle misure adottate con o senza green pass >>>> 

Alla scoperta del certificato verde >>>>

Green pass sui luoghi di lavoro, tutte le FAQ >>>>

Le zone in cui è divisa l’Italia

Zona bianca: Basilicata, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Umbria,

Zona gialla: Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Sicilia, Veneto e le Province autonome di Trento e di Bolzano. Dal 10 gennaio si aggiungono: Abruzzo, Emilia Romagna, Toscana e Valle d’Aosta.

La tabella delle attività consentite in base alle varie zone >>>>

Aggiornamento ore 12 del 9 gennaio (dati dell’8 gennaio)

Terapie intensive: + 38 rispetto a 24 ore fa, i nuovi ingressi sono 142 (ieri 154), per un totale di 1.595 ricoverati.

I decessi sono 157 (ieri 184), 155.659 positivi (ieri 197.552), 993.201 tamponi (ieri 1.220.266). I morti da inizio pandemia sono 139.038, i casi complessivi 7.436.939. Casi attivi: 1.943.979 (nelle 24 ore + 125.086).

I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari Covid sono 15.647 (+ 717). Isolamenti domiciliari: 1.926.737 (ieri 1.802.406).

I guariti nelle 24 ore sono 30.399 per un totale di 5.353.922.

16 decessi in Emilia Romagna (ieri 27). I positivi sono 20.743 (ieri 14.901), con 53.946 tamponi (ieri 68.271). 1.776 i guariti. I casi attivi sono 199.855 (+ 15.916), in crescita le terapie intensive: 147 (+ 3) e i ricoverati negli altri reparti Covid: 1.929 (+ 56).

I positivi in Italia

Nessuna regione con 0 casi. In Lombardia: 36.858 nuovi casi nelle 24 ore (ieri 48.808), seguono Campania 11.815 (13.364), Toscana 12.454 (15.892), Piemonte 10.240 (18.220), Veneto 13.973 (21.056), Lazio 12.828 (14.850), Emilia Romagna 20.743 (ieri 14.901), Sicilia 12.949 (12.425), Puglia 4.904 (8.980), Abruzzo 4.630 (5.479), Umbria 2.581 (3.775), Friuli Venezia Giulia 3.100 (4.564), Provincia di Trento 1.926 (3.046), Liguria 1.532 (2.423), Calabria 1.686 (2.576), Marche 1.884 (2.318), Provincia Bolzano 1.359 (2.226), Sardegna 829 (1.080), Basilicata 1.067 (742), Molise 903 (145), Valle d’Aosta 443 (682).

La situazione di ieri >>>>

La situazione in Italia in tempo reale >>>>

Le vaccinazioni in Italia >>>>

La situazione nell’Ausl di Imola

Situazione epidemiologica

486 i nuovi casi positivi. 42 di età fino a 14 anni,112 dai 15 ai 24 anni,146 tra i 25 e i 44 anni, 143 tra i 45 e i 64 anni e 43 dai 65 anni in poi. 106 sono sintomatici. 21.065 casi totali da inizio pandemia. 8 persone in terapia intensiva

Tracciamento e gestione dei casi positivi

Allo scopo di garantire il tracciamento tempestivo dei numerosi nuovi casi di positività giornalieri, non appena al cittadino viene confermata la positività al SarsCov2 è pregato di compilare il modulo di segnalazione che si trova al link www.ausl.imola.bo.it/segnalacovid

Attenzione, il modulo va compilato esclusivamente da persone con esito di tampone antigenico o molecolare positivo, non da chi ha utilizzato un tampone “fai da te” che, fino al 17 gennaio, data in cui partirà la piattaforma regionale di registrazione, non è considerato valido ai fini della diagnosi; né dai contatti stretti dei positivi. A seguire la persona positiva riceverà il provvedimento di isolamento da parte dell’igiene pubblica alla mail segnalata in modulo e l’Sms con programmazione del primo tampone di controllo.

A partire da lunedì 10 gennaio scattano ulteriori novità che semplificano e garantiscono maggiore tempestività nella gestione di isolamenti e quarantene

Se completamente asintomatici si potrà richiedere l’effettuazione di un antigenico rapido in farmacia per uscire da quarantena (se contatto stretto) o isolamento (se caso positivo isolato da 10 o 7 giorni a seconda dello stato vaccinale)

L’antigenico rapido eseguito in farmacia con esito negativo permette di uscire da quarantena ed isolamento e va mostrato in caso di controllo, in attesa che il Dipartimento di Sanità Pubblica invii il provvedimento di chiusura dall’isolamento (si ricorda che in caso di quarantena per contatto stretto non c’è provvedimento di chiusura, ma è sufficiente il test negativo).

E’ essenziale rispettare i tempi per l’esecuzione del tampone di guarigione (7 giorni dal referto del primo tampone positivo per vaccinati con 3 dosi o con ciclo base/guarigione da meno di 120 gg e 10 giorni se non vaccinati o guariti/vaccinati con ciclo base da più di 120 giorni ). In caso contrario infatti non sarà comunque sbloccato il green pass da parte del Ministero ed inviato il provvedimento di fine isolamento.

I tamponi eseguiti per chiusura quarantena o isolamento sono a carico del Servizio sanitario.

Nell’accordo con le farmacie rientra anche un punto relativo alle scuole. Potranno infatti fare il test antigenico rapido gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado nella cui classe si sia verificato un caso Covid, su richiesta del medico di medicina generale o del pediatra. In particolare, potranno fare il primo test nel momento in cui viene rilevata la presenza di un positivo e il secondo test a cinque giorni dal primo. Il tampone sarà a carico della struttura commissariale.

La situazione in regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 676.931 casi di positività, 17.698 in più rispetto a ieri, su un totale di 53.946 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi del 32,7%.

Questo il dato comunicato al ministero della Salute. Mancano 3.045 nuovi casi (di cui 384 sintomatici) registrati a Modena e provincia da ieri, che per un problema di rilevamento dati l’Usl di Modena non è riuscita a caricare. I dati verranno recuperati nei prossimi giorni. Il totale complessivo odierno sarebbe quindi di 20.743 casi.

I pazienti attualmente ricoverati nelle terapie intensive dell’Emilia-Romagna sono 147 (+3 rispetto a ieri); l’età media è di 61,5 anni. Sul totale, 112 non sono vaccinati (zero dosi di vaccino ricevute, età media 60,1 anni), il 76,1%, mentre 35 sono vaccinati con ciclo completo (età media 65,9 anni). Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 1.929 (+56 rispetto a ieri), età media 68,8 anni.

Rispetto ai 14.901 nuovi casi registrati ieri, i contagi comunicati oggi al ministero registrano un +18,8%. I ricoverati nei reparti Covid aumentano dell’3%, quelli delle terapie intensive del 2,1%.

Report vaccinazioni con il rapporto Covid vaccinati – non vaccinati 21 dicembre 2021 >>>>

Le vaccinazioni in Emilia Romagna >>>>

Tutte le informazioni sulla campagna vaccinale >>>>

Alle ore 13,30 sono state somministrate complessivamente 8.759.993 dosi; sul totale sono 3.631.873 le persone over 12 che hanno completato il ciclo vaccinale. Le terze dosi già fatte sono 1.622.268.

Sui 17.698 nuovi positivi, 12.873 sono asintomatici. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 37,8 anni.

La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 3.468 nuovi casi, seguita da Ravenna (2.581), Parma (2.437), Rimini (2.255). Poi, Reggio Emilia (1.981), Ferrara (1.723), Cesena (1.493). Quindi, Forlì (928), il Circondario Imolese (486), Piacenza (342) e infine, Modena ( segnalati per ora 4 casi, in attesa di dati da recuperare gli oltre 3mila casi odierni nei prossimi giorni).

Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 31.610 tamponi molecolari, per un totale di 7.522.421. A questi si aggiungono anche 22.354 test antigenici rapidi.

Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.776 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 462.698. I casi attivi, cioè i malati effettivi, oggi sono 199.855 (+15.916). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 197.779 (+15.857), il 98,9% del totale dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 16 decessi: due in provincia di Parma (un uomo di 88 anni e una donna di 93 anni); due in provincia di Modena (due uomini di 87 e 77 anni); sei in provincia di Bologna ( tre donne di 62,64 e 98 anni e due uomini di 57 e 95 anni, a cui si aggiunge il decesso di un uomo extraregione di Bovolone ma registrato dall’Aus di Bologna); tre in provincia di Ferrara ( tre uomini di 63,75, 86 anni); due in provincia di Forlì-Cesena ( due uomini di 88 e 73 anni), nessun caso a Piacenza e a Reggio Emilia. A questi si aggiungono due decessi in provincia di Modena: due uomini di 77 e 87 anni (che verranno registrati nei prossimi giorni).

In totale, dall’inizio dell’epidemia, i decessi in regione sono stati 14.378.

Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 3 a Piacenza (invariato rispetto a ieri), 16 a Parma (+2); 17 a Reggio Emilia (+1); 14 a Modena (-1); 29 a Bologna (invariato rispetto a ieri); 8 a Imola (invariato); 19 a Ferrara (invariato rispetto a ieri); 15 a Ravenna (invariato); 4 a Forlì (invariato); 4 a Cesena (invariato); 18 a Rimini (+1).

Questi i casi di positività sul territorio dall’inizio dell’epidemia, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 35.039 a Piacenza (+342, di cui 55 sintomatici),51.776 a Parma (+2.437, di cui 6 sintomatici), 76.986 a Reggio Emilia (+1.981, di cui 480 sintomatici), 108.967 a Modena (+4, di cui 1 sintomatico, a cui si aggiungono 3.045 nuovi casi che verranno recuperati nei prossimi giorni), 138.350 a Bologna (+3.468, di cui 882 sintomatici), 21.065 casi a Imola (+486, di cui 106 sintomatici), 42.841 a Ferrara (+1.723, di cui 22 sintomatici), 60.859 a Ravenna (+2.581, di cui 1.542 sintomatici), 31.714 a Forlì (+928, di cui 595 sintomatici), 37.764 a Cesena (+1.493, di cui 657 sintomatici) e 71.570 a Rimini (+2.255, di cui 479 sintomatici).

Rispetto a quanto comunicato nei giorni scorsi sono stati eliminati 2 casi, positivi al test antigenico ma non confermati da tampone molecolare.