Ravenna. Il 13 gennaio avrebbe dovuto essere il giorno cruciale dell’esame dei due imputati per il femminicidio, avvenuto il 6 febbraio 2021, della 46enne faentina Ilenia Fabbri che da circa un anno lavorava nella concessionaria Sica di Imola.

La panchina rossa dedicata dalla concessionaria Sica a Ilenia Fabbri, vittima di un femminicidio

L’udienza in Corte d’Assise a Ravenna però è saltata per il legittimi impedimento presentato da uno dei difensori in quanto positivo al Covid-19. Il presidente della Corte ha dunque rinviato tutto all’udienza del 19 gennaio, già in calendario.

Il 13 gennaio nessuno dei due imputati era in aula: si tratta dell’ex marito della donna, il meccanico faentino 55enne Claudio Nanni considerato dall’accusa quale mandante del delitto e del 53enne Pierluigi Barbieri, ma negli ultimi tempi domiciliato a Rubiera (Reggio Emilia) e sicario reo-confesso.