I carabinieri di Imola, durante le quotidiane attività di controllo del territorio per prevenire i reati contro il patrimonio e per monitorare il rispetto delle normative anti Covid-19, intensificati soprattutto nei fine settimana, hanno effettuato nei comuni di Medicina e Castel Guelfo, numerose verifiche alla circolazione stradale, procedendo al controllo di 15 veicoli, 30 persone, 2 esercizi pubblici e 12 green pass.

Nella circostanza, i militari della Tenenza di Medicina, hanno deferito in stato di libertà, per guida in stato d’ebbrezza, con contestuale ritiro della patente di guida, un 30enne italiano di Castel San Pietro, in quanto è stato sorpreso alla guida della sua autovettura con un tasso alcolico superiore al limite massimo consentito, compreso tra 0,8 e 1,5 gr/l. Nel corso della notte, sono stati identificati due cittadini di origine romena, uno dei quali, il più giovane di anni 44, è stato deferito in stato di libertà, per aver fornito false generalità ai militari della Stazione di Dozza. L’automobilista è stato anche sanzionato per guida senza patente