Ravenna. Due condanne all’ergastolo per il femminicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne faentina che lavorava nella concessionaria Sica di Imola prima dell’assassinio. Dunque, sono queste le dure pene chieste dai pm di Ravenna Angela Scorza e Daniele Barberini per Claudio Nanni, ex marito di Ilenia considerato il mandante dell’omicidio, e per Pierluigi Barbieri, accusato di essere l’esecutore materiale del delitto, commesso il 6 febbraio 2021 a
Faenza nell’abitazione della donna in via Corbara.

llenia Fabbri

I pm hanno definito “farneticante e incredibile” l’atteggiamento processuale di Nanni, che avrebbe mentito su tutto. Diverso l’atteggiamento di Barbieri, che dopo l’arresto ha confessato l’omicidio, ma le aggravanti restano comunque prevalenti, almeno secondo l’accusa.
In aula, c’erano la figlia della coppia, Arianna che è stata un’altra vittima di tale efferato assassinio e che nessuna somma in denaro (che probabilmente le sarà devoluta) potrà risarcire, il compagno e la zia di Ilenia, oltre ai due imputati. Conclusa la requisitoria dell’accusa, hanno preso la parola gli avvocati di parte civile.