Imola. Ci sono stati alcuni furti, soprattutte in case isolate e lontane dalle altre. Così gli agenti del commissariato hanno effettuato una serie di controlli con una volante. Durante uno di questi, hanno fermato una Fiat Punto rossa con a bordo due giovanissimi, un minorenne di 17 anni residente a Bologna che guidava e un 24enne. Entrambi sono sembrati subito molto nervosi e irrequieti, ragion per cui la polizia ha deciso di fare una perquisizione.

Addosso non avevano la patente e altri documenti e ciò era già piuttosto grave, ma gli agenti hanno notato subito uno zaino all’interno del veicolo. A tal punto, il 24enne si è dato alla fuga inseguito da un poliziotto che poi lo ha perso vicino a un cantiere edile, mentre il minorenne è stato fermato. Nello zaino c’erano un flessibile da taglio, una batteria per utensili, otto dischi d’acciaio, due cacciaviti, chiavi per lo smontaggio, bulloni e altro ancora adatto per aprire porte di abitazioni. Il minorenne è stato denunciato per porto ingiustificato di grimaldelli e chiavi atte allo scasso.

Poi, stimolato dalle domande degli agenti, ha dato il nome del fuggitivo che la polizia ha ritrovato nel suo materiale informatico anche perché gli agenti lo avevano ben visto in viso. Il minorenne è stato affidato ai genitori, mentre proseguono le ricerche del fuggitivo.