Bologna. Siamo di nuovo drammaticamente di fronte a scenari di guerra in Europa. Ciò che sta accadendo in Ucraina, a partire dalla regione del Donbass, con il rischio di un ulteriore allargamento delle condizioni del conflitto armato già in atto, è totalmente inaccettabile.

Cgil Cisl Uil invitano pertanto tutte le donne e gli uomini di pace a mobilitarsi, partecipando alla fiaccolata “No war Ucraina”, organizzata per venerdì 25 febbraio, alle ore 18, in Piazza Maggiore, promossa dal Portico della Pace.

“Sembra di essere di fronte al totale annichilimento della memoria collettiva, alla rimozione, a distanza di quasi ottant’anni, di cosa ha significato la costruzione della pace in Europa, del valore inestimabile che essa rappresenta, dopo le macerie della seconda guerra mondiale”.

Cgil Cisl Uil “condannano la decisione della Russia di compiere atti di guerra nei confronti di uno Stato autonomo e indipendente. Un atto ingiustificabile di una gravità inaudita, che richiede una ferma risposta della comunità internazionale finalizzata al ripristino immediato delle condizioni di pace a salvaguardia del popolo aggredito”.