Ravenna. Sono bastate poche ore ai giudici della Corte d’Assise per condannare all’ergastolo per il femminicidio di Ilenia Fabbri sia nl’ex marito Claudio Nanni sia Pierluigi Barbieri, ritenuti dalla Procura mandante e esecutore del delitto, commesso a Faenza, nella casa della donna in via Corbara il 6 febbraio 2021.

llenia Fabbri

La Corte presieduta dal giudice Michele Leoni ha anche disposto l’interdizione perpetua dai pubblici uffici e interdizione legale, oltre all’affissione della sentenza nel Comune di Faenza.

Gli imputati sono anche condannati in solido a risarcire un danno considerato in due milioni di euro ad Arianna, la figlia di Nanni e della vittima Ilenia Fabbri, che si costituita parte civile.

Francesco Furnari, avvocato di Nanni, ha anticipato che farà appello lamentando quelle che a suo dire sono state “lacune investigative”. La sentenza verrà impugnata anche dall’avvocato Marco Gramiacci per conto di Barbieri il quale, in ragione della collaborazione offerta dal proprio assistito, aveva chiesto un
trattamento sanzionatorio migliore rispetto a Nanni.