Toscanella (BO). “Nel 55 lavoravo a Imola, portavo via il pane con la gerla sulla spalla, mi ricordo ancora che andavo alla Sacmi per lasciare la piadina con i ciccioli” è una delle frasi che amava ripetere Tonino Berti, per ricordare i difficili anni di avvio della sua attività.

Tonino Berti (a destra) con il fratello Livio (foto Isolapress)

Oggi Tonino, fondatore assieme ai fratelli Livio, l’esperto fornaio che tuttora ci delizia con il suo pane e la sua pasticceria, e Luigi, della storica pasticceria Berti di Toscanella non c’è più. E’ morto all’età di 80 anni e ha raggiunto il fratello Luigi scomparso anche lui qualche anno fa. Lascia la moglie Natalia e due figlie.

Era il 1964 quando i tre fratelli Antonio (chiamato però da sempre Tonino), Livio e Luigi Berti, acquistarono il forno posto in via di Mezzo, a Toscanella. Dopo circa sei anni, nel settembre 1970 venne inaugurata la sede attuale, rinnovata nel 1992.

Negli anni lo spazio di via Emilia 95 è diventato una vera e propria ‘istituzione’, ha saputo conquistarsi notorietà anche fuori dai confini dell’area imolese con le sue colazioni, gli spuntini a pranzo, i biscotti del pomeriggio e da qualche anno anche gli aperitivi. “Oggi la prima cosa a cui si guarda è il guadagno, ma l’imprenditore vero è quello che ci mette la passione per costruire qualcosa – ci diceva Tonino -. Il segreto del successo? La capacità, nonostante la stanchezza per un lavoro impegnativo e fisicamente faticoso, di farsi ancora entusiasmare dalla nostra attività”.

Tonino Berti è stato spesso associato al mondo del ciclismo. Luciano Pezzi, manager della Mercatone Uno all’epoca di Pantani quando più volte la pasticceria fece da cornice al passaggio dei ciclisti del Giro d’Italia, fu uno dei clienti che vi fecero tappa fissa.

I funerali si svolgeranno mercoledì 9 marzo. La salma lascerà la camera mortuaria di Imola alle ore 8.45 per raggiungere la chiesa parrocchiale di Santa Maria del Carmine di Toscanella, seguirà la tumulazione nel locale cimitero.

“Esprimo cordoglio, a nome dell’amministrazione comunale, per la scomparsa di Tonino Berti – si legge nel comunicato del sindaco di Dozza, Luca Albertazzi -. Un grande imprenditore ma soprattutto un uomo pieno di energia, passione ed entusiasmo che ha saputo lasciare un segno indelebile nella nostra comunità.

Anche la Confartigianato Bologna Metropolitana ricorda Berti “grande imprenditore e uomo generoso”.