Imola. Dal 10 marzo visitatori e famigliari di persone ricoverate in reparti non Covid dell’ospedale Santa Maria della Scaletta potranno accedere a visita per almeno 45 minuti al giorno. L’accesso ai reparti prevede la verifica del Green Pass rilasciato a seguito del ciclo vaccinale completo (ciclo primario + dose booster o ciclo primario + guarigione da Covid19) oppure con ciclo primario completo (o guarigione da Covid19) + referto negativo di tampone antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

L’accesso ad accompagnatori e caregiver di minori di 12 anni, persone con disabilità fisica, psichica o cognitiva che richiedono supporto, donne in fase di travaglio, parto e post-partum, over 80, persone allettate o in condizione di fine vita, in presenza di barriere linguistiche, è permesso anche se non vaccinati ma con green pass base da tampone antigenico o molecolare in corso di validità.

I pazienti che accedono al Pronto soccorso saranno sempre sottoposti a test antigenico. Per gli accompagnatori, è invece previsto il possesso del green pass, anche base (ossia da test antigenico rapido eseguito nelle 48 ore precedenti).

Accesso libero, per gli utenti e i pazienti che accedono alla struttura per attività ambulatoriale o di ricovero a ciclo diurno. Viene eseguito un test antigenico o molecolare solo in caso di presenza di sintomi potenzialmente riconducibili a Covid-19 e prestazione non differibile. In caso di ricovero ospedaliero programmato tutti i pazienti saranno sottoposti a test antigenico o molecolare.

Infine, vengono mantenute in vigore le consuete precauzioni previste per limitare la diffusione dell’infezione Covid-19: misurazione della temperatura corporea, utilizzo della mascherina chirurgica, igienizzazione mani e distanziamento di almeno un metro da altre persone.