Castel San Pietro (Bo). Il consiglio comunale ha approvato, nella seduta del 10 marzo, la modifica dello statuto della società pubblica Solaris S.r.l per consentire l’ampliamento della compagine sociale, prevedendo l’ingresso del Comune di Casalfiumanese quale ulteriore socio totalmente pubblico con la quota del 1,5%.

Il Comune di Casalfiumanese, che aveva formalizzato nel 2020 l’interesse all’ingresso nella società pubblica, conferirà in essa il Servizio Illuminazione Pubblica e il Servizio Cimiteriale.

L’ampliamento della compagine societaria avverrà tramite un aumento di capitale sociale che dovrà essere deliberato dall’assemblea straordinaria dei soci di Solaris.

Il capitale sociale, attualmente pari a 15.527 euro sarà aumentato a 15.764 euro, prevedendo che il nuovo socio sottoscriva nominali 237 euro. Inoltre, come specifica in premessa la delibera del Consiglio castellano, “in considerazione della non trascurabile rilevanza del patrimonio netto, segno oggettivo della solidità dei conti aziendali, della rassicurante presenza di ingenti riserve, risultato di anni di gestione consolidata senza aver mai dovuto ripianare perdite o scontare consistenti svalutazioni o perdite di valore, si dispone che l’ingresso in società preveda il pagamento di un sovrapprezzo quote determinato in base al valore del capitale netto, così come esposto nell’ultimo bilancio d’esercizio approvato al 31/12/2020 e consistente in 2.036,62 euro per il nuovo socio”.

Come ci ha tenuto a sottolineare anche il sindaco Fausto Tinti, la delibera del Consiglio castellano esprime gradimento per il nuovo ingresso poiché “il Comune di Casalfiumanese è contiguo nei confini sia con Dozza, Monterenzio, e sia con Castel San Pietro e pertanto mantiene e consolida una forte affinità sia sotto il profilo geografico e territoriale, sia dal punto di vista sociale e demografico, oltre a creare  presupposti certi per l’ottenimento di economie di scala e di scopo e per l’ottimizzazione dei rispettivi ambiti operativi e gestionali dei servizi coinvolti”.

Inoltre la nuova configurazione societaria consente, anche alla luce del Piano economico-finanziario, il mantenimento dei presupposti di convenienza economica posti alla base della scelta della forma dell’in-house providing, il mantenimento della sostenibilità finanziaria della stessa scelta e mantenimento del rispetto dei principi di efficienza, efficacia ed economicità delle azioni amministrative e gestionali poste in essere dalla Società Solaris S.r.l.

Ad operazione terminata, la nuova compagine sociale sarà dunque la seguente: Comune di Castel San Pietro   con quota pari al 63,44%, Comune di Ozzano dell’Emilia con quota pari al 27,18%, Comune di Dozza con quota pari al 3,94%, Comune di Monterenzio con quota pari al 3,94%, Comune di Casalfiumanese con quota pari al 1,50%.

Attualmente Solaris gestisce per il Comune di Castel San Pietro Terme i servizi di refezione-mense, gestione case popolari, cimiteri e servizi connessi, pubblica illuminazione e servizi connessi, istruttoria per l’assegnazione alloggi ERP, contributi per l’affitto, eventuali buoni casa. Per il Comune di Ozzano dell’Emilia si occupa di gestione cimiteri e servizi connessi, gestione amministrativa e tecnica degli immobili residenziali e non di proprietà comunale, servizio refezione mense comprese quelle ad uso scolastico. I Comuni di Dozza e Monterenzio hanno affidato a Solaris la gestione amministrativa e tecnica degli immobili ad uso sociale e il servizio refezione mense ad uso scolastico.
Le sedute del Consiglio Comunale sono visibili nel canale Youtube del Comune di Castel San Pietro Terme: https://www.youtube.com/user/comunecspt