Imola. La Cgil ha convocato un’assemblea generale con le delegate e delegati, aperta al pubblico, che si terràvenerdì 18 marzo, dalle 9.30 alle 12, nel salone della Camera del lavoro i per l’iniziativa “Contare per cambiare”.
Interverranno Esmeralda Rizzi, Politiche di genere della Cgil nazionale, Giulia Sudano e Stefania Minghini Azzarello dell’associazione femminista “Period Think Tank”, promotrice della campagna “Dati per contare”, e Mirella Collina, segretaria generale della Cgil di Imola.

La segretaria della Cgil Mirella Collina

“Affronteremo il tema della disparità di genere nel lavoro e delle azioni possibili, in vista dell’arrivo delle risorse previste dal Recovery Fund, per intervenire a sostegno dell’occupazione femminile e per contrastare le diseguaglianze di genere. Per invertire la rotta, serve un investimento massiccio per promuovere quella cultura della parità, oggi ancora marginale soprattutto nel mondo del lavoro – spiega Mirella Collina -. Senza dati non è però possibile monitorare l’impatto di genere delle politiche pubbliche. Per questo motivo l’associazione “Period Think Tank” ha lanciato la campagna ‘Dati per contare’ per chiedere alle istituzioni locali un impegno concreto a rendere aperti e pubblici i dati necessari a misurare il gap di genere. La campagna ha due obiettivi: l’accesso ai dati disaggregati per genere; impegnare gli enti locali affinché la valutazione di impatto di genere diventi uno strumento obbligatorio per la definizione delle politiche e degli investimenti economici finanziati dal Recovery Fund. Una richiesta che vogliamo lanciare anche ai Comuni del circondario imolese per finalizzare i finanziamenti che arriveranno e incidere concretamente sulla riduzione dei divari di genere nel nostro territorio”.