Bologna. Una lunga, lunghissima carriera di ben 18 anni in Hera che risale ai primi anni del Duemila per arrivare ai vertici come amministratore delegato nel 2014 a fianco dell’intramontabile presidente Tomaso Tommasi di Vignano che resta al suo posto di comando dal 2002. Dopo otto anni da ad Stefano Venier, 59 anni, lascia Hera per un altro incarico di prestigio, quello di amministratore delegato della rete di gas strategica Snam. In Hera, evidentemente le posizioni di prestigio durano per molto tempo (per quanto riguarda Imola il presidente Tiziano Campagnoli restò in carica dal 1996 al 2009) e quando si lascia lo si fa spesso per una buona pensione oppure per andare a ricoprire poltrone ancora più importanti.

Stefano Venier, da amministratore delegato di Hera alla stessa carica in Snam

A Venier, come prassi in questi casi, arrivano i complimenti e gli apprezzamenti dei sindaci del territorio della multiutility. Compreso quelli del sindaco di Imola Marco Panieri.

“Esprimo profonda gratitudine per il determinante lavoro svolto da Stefano Venier in questi anni alla guida del Gruppo Hera, che ha consentito alla multiutility di raggiungere importanti risultati di crescita e sviluppo, anche nella direzione della transizione ecologica. Ho apprezzato molto, nel corso di una intensa collaborazione, la sua capacità di essere vicino alle città e la sua grande attenzione al Con.Ami ed al suo territorio – spiega Panieri -. Formulo a Venier le più sincere congratulazioni ed i migliori auguri per il nuovo prestigioso incarico a cui è stato chiamato, che riconosce il valore di uno dei manager più brillanti in campo nazionale. Sono certo che saprà mettere le sue grandi doti professionali e umane al servizio dell’Italia, per vincere le sfide che il ‘sistema Paese’ si trova ad affrontare, in specifico in campo energetico. Nel contempo, sono parimenti sicuro che, proprio a vent’anni dalla nascita, sapremo governare l’importante sfida di proseguire sulla strada fin qui intrapresa, grazie alla forte condivisione di intenti che anima il Gruppo Hera, a partire dalla compagine sociale e dal presidente Tommasi di Vignano, fino a tutte le professionalità interne”.

(m.m.)