Faenza. Imbrattata la statua dedicata ad Evangelista Torricelli, situata presso il parco San Francesco, zona della città tenuta costantemente sotto osservazione a seguito di una serie di segnalazioni – effettuate già da diverso tempo – da parte di commercianti e residenti.

La statua di Evangelista Torricelli a Faenza

Nei giorni scorsi, la polizia locale dell’Unione aveva effettuato un sopralluogo dopo che alcuni passanti – che avevano notato alcuni ragazzini intenti a giocare a pallone al suo interno (zona espressamente vietata) – avevano avvertito una pattuglia. Nello stesso tempo i componenti della pattuglia venivano informati che poco prima un paio di ragazzini, tra quelli che i vigili stavano redarguendo, avevano vergato scritte sul basamento della statua di Evangelista Torricelli.

Le foto recuperate durante le indagini hanno permesso di identificare un 12enne e un 13enne, entrambi senza documenti. Sul posto, in ausilio alla polizia locale dell’Unione è intervenuta anche una pattuglia della polizia di Stato. Per poter accertare l’identità dei due colpevoli, è stata inoltre necessaria la presenza dei genitori dei due ragazzini ai quali i due minorenni sono stati affidati. Successivamente per il 12enne e il 13enne è scattata la segnalazione al Tribunale dei minori di Bologna per atti vandalici contro il bene pubblico.

“La polizia locale, sulla scorta di diverse segnalazioni di episodi più o meno evidenti, da tempo sta monitorando quanto accade nella zona attorno a parco San Francesco, un’area molto centrale che abbiamo il dovere di proteggere da situazioni di degrado e cattive frequentazioni, non solo da minori, parte marginale del problema, ma anche soprattutto da adulti che quella zona possono trasformare in un problema di ordine pubblico”, spiega l’assessore alla Sicurezza Massimo Bosi.

(Annalaura Matatia)