Imola. È stato inaugurato il 5 aprile un nuovo parcheggio ad uso pubblico in via Molino Rosso. Hanno tagliato il nastro il vicesindaco Fabrizio Castellari e Marcello Guerrini, direttore centrale servizi corporate Hera.

La nuova area, al servizio della città di Imola, è stata realizzata da Hera nell’ambito della convenzione urbanistica siglata nel 2011 con il Comune per l’espansione e l’ampliamento degli uffici da destinare ai servizi svolti dalla multiutility nella stessa via, nell’ambito di un piano di razionalizzazione delle sue sedi aziendali. I lavori sono iniziati a giugno 2021 e terminati a febbraio di quest’anno, suddividendo le lavorazioni in fasi successive una all’altra al fine di ridurre al minimo i disagi sulla viabilità stradale. Complessivamente il costo dell’opera è stato di circa 700mila euro, interamente sostenuto da Hera.

L’inaugurazione del nuovo parcheggio in via Molino Rosso

106 posti auto che possono essere utilizzati anche per le grandi manifestazioni che si svolgono in città

Il terreno su cui sorge il nuovo parcheggio che copre una superficie di circa 3.600 metri quadrati, era di proprietà di Hera, che l’ha ora ceduto gratuitamente al Comune. Il parcheggio, alberato con 22 nuove piante, ha una capacità di 106 posti auto (di cui 3 per disabili, questi ultimi pochini, ndr) ed è appositamente illuminato con apparecchi a basso consumo. Per la sua collocazione il nuovo parcheggio pubblico ha sicuramente un interesse locale, ma essendo posto nei pressi del casello autostradale può essere facilmente utilizzato durante le grandi manifestazioni culturali e sportive che interessano il territorio imolese, mediante navette per collegare il parcheggio al centro storico o all’autodromo.

Duecento metri di pista ciclabile, marciapiedi e un sistema fognario che tutela da allagamenti ed esondazioni

Come previsto dalla convenzione, per creare dei percorsi pedonali sicuri di accesso al parcheggio e agli edifici circostanti, si è intervenuti anche su via Molino Rosso, con l’allargamento e la sistemazione della strada. Sono stati realizzati anche un marciapiede ed una pista ciclabile della lunghezza di circa 200 metri collegati con la via Selice per permettere un percorso sicuro continuo e ininterrotto. La nuova sistemazione generale ha previsto, infine, il completo riassetto fognario dell’area con un sistema che consentirà di tutelare l’intero comparto da eventuali allagamenti ed esondazioni.