Imola. “Con grande soddisfazione posso annunciare il ritorno delle Frecce Tricolori a Imola, in occasione del Gran Premio di F.1 di domenica 24 aprile” fa sapere il sindaco Marco Panieri. E’ arrivato, infatti, il via libera alla richiesta che Panieri aveva avanzato allo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, nei mesi scorsi, per chiedere il ritorno in città delle Frecce Tricolori, anche in considerazione dell’apertura al pubblico del Gran Premio.

La Pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare stenderà il Tricolore sull’autodromo Internazionale “Enzo e Dino Ferrari” prima della partenza del “Formula 1 Rolex Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”, prevista alle 15.

“Dopo lo spettacolare sorvolo dello scorso anno, si tratta di un graditissimo ritorno, che suggella da un lato l’apertura al pubblico del Gran Premio di F.1, dopo il blocco imposto lo scorso anno dalla pandemia, e dall’altro il ritorno del nostro autodromo nel calendario ufficiale della F.1, fino al 2025 – sottolinea il sindaco -. Sarà un sorvolo, quindi, che ci fa ancora più piacere, perché potremo condividere le emozioni fortissime di questo spettacolo con le migliaia e migliaia di persone che affolleranno l’autodromo, oltre che con i milioni di telespettatori che seguiranno in diretta tv il Gran Premio e con quanti vorranno seguire il sorvolo da ogni angolo della città”.

Una gradita anteprima dello spettacolo si avrà mercoledì 6 aprile, quando, nella fascia oraria 14 – 16 la Pattuglia Acrobatica Nazionale effettuerà la prova del sorvolo dell’Autodromo, con una formazione ridotta di velivoli. L’anno scorso, già il solo sorvolo di prova, calamitò l’attenzione di tantissimi imolesi, chi in strada chi alle finestre, tutti col naso all’insù a rimirare il passaggio.

“Per la F.1 sarà un ‘abbraccio tricolore’ che completa quel gioco di squadra che vede insieme al Comune di Imola la Regione Emilia-Romagna, in primis il suo presidente Stefano Bonaccini, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, l’Ice, l’Aci, il Con.Ami e Formula Imola che rende possibile il Gran Premio – conclude Panieri -. Voglio ringraziare l’Aeronautica Militare e la Pattuglia Acrobatica Nazionale per avere accolto, con grande sensibilità, il nostro invito. Le Frecce Tricolori rappresentano in tutto il mondo il Made in Italy, fra professionalità e innovazione, capacità e competenza, tecnologia e passione, e con le loro spettacolari acrobazie, con il verde, bianco e rosso che colorano il cielo di speranza, da oltre sessant’anni ci rendono ancora più orgogliosi del nostro Paese, ad ogni latitudine”.