Imola. Dal Dipartimento di Sanità Pubblica all’emergenza territoriale, dal Pronto soccorso all’Area Critica e ai reparti ordinari: anche la sanità locale vivrà un week end di massima attenzione e di potenziamento dei servizi.

L’Igiene Pubblica, già da tempo coinvolta nella Commissione di vigilanza di Pubblico spettacolo e per le istruzioni al personale FIA e dei team a garanzia della massima prevenzione del contagio da Covid-19 e del tempestivo isolamento di eventuali positività emergenti, sarà impegnata da oggi anche nei sopralluoghi per la verifica di congruità delle dotazioni igienico-sanitarie, del piano di assistenza sanitaria per la gara e per il pubblico (in collaborazione con la Centrale Operativa del 118 e la U.O. Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza) e il piano di sicurezza e di viabilità per i mezzi di emergenza. Inoltre i tecnici della prevenzione saranno attivi durante tutto il periodo della manifestazione nella vigilanza igienico sanitaria su vendita e somministrazione di alimenti e bevande.

Da sabato 23 i mezzi di soccorso sul territorio di Imola saranno potenziati. Il 23 aprile saranno 2 le ambulanze con infermieri a bordo in servizio e nella notte tra il sabato e la domenica sarà attiva un’ambulanza CRI fino alle 7 del mattino. Domenica 24 i mezzi saranno addirittura 5: 3 con infermieri a bordo e due gestite da CRI Imola e Associazione PaoLina con personale volontario.

Durante i tre giorni di gara, al centro medico autodromo saranno presenti anche un medico ed un infermiere dell’U.O.C. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, mentre è stato predisposto il potenziamento della presenza del personale e dei mezzi di soccorso sanitario extraospedaliero dell’Emergenza Territoriale – 118, aggiungendo oltre a quanto quotidianamente già presente in servizio, un’automedica con medico ed infermiere operativa dalle 9 alle 19 in stand by allo Stadio Romeo Galli, in modo che nelle fasi di non attività il personale Ausl possa collaborare con i professionisti del Punto Medico Autodromo nell’assistenza agli eventuali pazienti.

Al Pronto Soccorso del S. Maria della Scaletta sarà in servizio un medico in più del consueto dalle 14 alle 20 dei 3 giorni di gara, mentre sono state attivate numerose pronte disponibilità infermieristiche.

L’Area Critica, la Medicina d’Urgenza e l’Osservazione Breve Intensiva sono la prima linea di riferimento per quanto il piano di assistenza dedicato: la Rianimazione farà fronte a qualsiasi emergenza in ambito intensivistico, anche sfruttando le sinergie della rete delle Terapie Intensive dell’Area Metropolitana. È stato attivato il potenziamento delle presenze del personale Tecnico del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale e di quello Infermieristico della Radiologia d’Urgenza, oltre ad ulteriori pronte disponibilità.

Anche i reparti per il ricovero ordinario hanno collaborato ricoverando in queste ore pazienti provenienti dai reparti del Dipartimento di Emergenza, così che l’Osservazione Breve Intensiva, la Medicina d’Urgenza, le Aree Semintensive e l’Area Intensiva possano essere ricettive per l’utenza esterna nei 3 giorni delle gare. Al Dipartimento Chirurgico si è richiesto di garantire la presenza attiva degli specialisti durante il fine settimana e l’Ortopedia ha attivato una pronta disponibilità medica per tutte le giornate.

Un’imponente organizzazione interna all’Ausl di Imola che si è messa in rete con quella dell’autodromo, ma anche con gli ospedali limitrofi, che sono stati tutti allertati per garantire massima collaborazione in caso di necessità.