Imola. Dodici premi per celebrare il profondo legame tra mondo F1 ed eccellenza artigiana. A pochi giorni dal “GP del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna”, mercoledì 20 aprile si è svolto l’evento voluto da Confartigianato Motori nell’auditorium della “Casa delle Imprese” di Confartigianato Bologna Metropolitana in viale Amendola 56/d a Imola. Sono stati premiati dai vertici della Confederazione piloti, tecnici, esperti di comunicazione, manager, meccanici, che quotidianamente vivono sulla propria pelle il mondo della velocità. A condurre la serata sono stati i giornalisti Sky Sport Roberto Chinchero e Matteo Bobbi. Protagonista dello show anche il sindaco di Imola, Marco Panieri.

I premiati

I premiati

Giancarlo Minardi – Presidente Autodromo Imola

Marco Panieri – Sindaco di Imola
Maurizio Reggiani – Vice President Lamborghini Motorsport
Marco Perrone – Head of Sporting Direction, Scuderia AlphaTauri
Simone Resta – Technical Director presso Haas F1 Team
CEA Squadra Corse – Ritirano il Premio Rossella Amadesi e Gianmarco Nobis
Pietro Benvenuti – Direttore generale Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari – Formula Imola
Gianmarco Beltrami – Marketing & Communication Director Dallara Group (collegato online)
Elena Penazzi – Assessore del Comune di Imola con deleghe all’autodromo, al turismo e ai servizi al cittadino
Autofficina Marco Garbellini – Associata a Confartigianato Emilia-Romagna
Autofficina Famiglia Benelli – Associata a Confartigianato Emilia Romagna
Stefano Domenicali – Presidente e Amministratore delegato del Formula One Group (la premiazione avverrà sabato 23 aprile all’autodromo Enzo e Dino Ferrari da una delegazione di Confartigianato Imprese guidata dal suo Presidente nazionale Marco Granelli).

“Al Gran Premio di Formula 1 a Imola, Confartigianato celebra l’eccellenza del mondo dei motori e dei suoi tanti protagonisti. I piloti, certo, ma anche tutti coloro che lavorano dietro le quinte per garantire i grandi risultati che si vedono in pista – ha dichiarato il presidente di Confartigianato Imprese, Marco Granelli. – Insieme ai campioni della F1, rendiamo omaggio ai campioni dell’artigianato italiano, gli imprenditori che, con il loro lavoro a regola d’arte, in tutti i territori del Paese contribuiscono a creare l’eccellenza di prodotti e servizi made in Italy, concorrono a realizzare i primati economici del nostro Paese”.

Ad essere premiate sono state anche due imprese artigiane, una ravennate e una ferrarese, associate a Confartigianato appositamente scelte dai vertici regionali di Confartigianato Emilia-Romagna.
“Il fatto che tra i premiati odierni vi siano due imprese dell’artigianato emiliano romagnolo e che ciò avvenga nell’ambito delle iniziative collegate al Gran Premio di F1 di Imola è il giusto riconoscimento per un territorio capace da sempre di esprimere innovazione nel lavoro e qualità degli eventi – ha spiegato il presidente di Confartigianato Emilia-Romagna, Davide Servadei. – Quando parliamo di Motor Valley dobbiamo essere consapevoli che le grandi eccellenze possono esaltarsi perché alle loro spalle vi è un mondo fatto di competenze, qualità, professionalità che l’artigianato rappresenta con la sua rete capillare di imprese. L’Emilia-Romagna è artigianato, e la nostra federazione, che raggruppa circa 40.000 aziende su nove associazioni provinciali, è onorata di rappresentare questo mondo che ancora oggi, tra mille problemi, regge con grande spirito di sacrificio e volontà ferrea di battere da tutte le difficoltà”.

“Confartigianato Bologna Metropolitana è onorata di ospitare questo importante evento nazionale che proprio quest’anno ha compiuto 40 anni e che per il secondo anno si svolge anche qui a Imola, in occasione del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna – afferma Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana -. Ho inoltre il piacere di annunciarvi che sabato 23 aprile, in autodromo, il presidente nazionale Marco Granelli consegnerà il premio a Stefano Domenicali, imolese, presidente e amministratore delegato del Formula One Group. Il ritorno del Gran Premio a Imola, e soprattutto la sua conferma fino al 2025, è il risultato di un forte impegno di squadra delle istituzioni del territorio, in particolare del Comune di Imola e della Regione Emilia-Romagna. È un esempio di come questa comunità sappia davvero essere coesa nei momenti che contano”.

Maurizio Reggiani, vocepresidenteLamborghini Motorsport, con Matteo Bobbi e Roberto Chinchero

L’evento, dedicato al Gran Premio di Formula Uno del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna, nasce dall’esperienza che Confartigianato ha maturato nel contesto di “Confartigianato Motori”, la manifestazione annuale che lega il mondo artigiano a quello dei motori in occasione del GP d’Italia di Monza, arrivato alla sua 40ª edizione.

“Il Premio Confartigianato Motori simboleggia il profondo legame tra il mondo ipertecnologico della Formula 1, fatto di ricerca e sperimentazione, e il mondo degli artigiani dei motori, rappresentato da Confartigianato Autoriparazione, nel quale lavorano 71 mila imprese artigiane con 150mila addetti – prosegue il presidente di Confartigianato Autoriparazione, Alessandro Angelone. – Testimoniamo il valore artigiano che affonda le radici nella tradizione manifatturiera italiana e sfida il futuro con l’impegno nell’innovazione tecnologica. Con passione, talento e competenza, i nostri autoriparatori sono protagonisti sulle piste accanto ai campioni della velocità così come sulle strade di tutti i giorni per assistere cittadini ed imprenditori con servizi personalizzati, sintonizzati sulle loro esigenze di mobilità, per fornire risposte puntuali ed efficaci in linea con le nuove dinamiche del mercato e dei consumi”.