Imola. Le prime piogge, tanto invocate dagli agricoltori, sono arrivate abbondanti fin dalla notte di giovedì 21 aprile. Verso mezzogiorno del 22 aprile, nella frazione di Sesto Imolese, si è infatti registrata una prima esondazione del fiume Sillato, in via San Salvatore e via Chiesa di Sesto, nel territorio del Comune di Imola. L’acqua ha invaso i campi coltivati, lambendo alcune abitazioni, ma senza recare danni a queste e tantomeno alle persone. Sul posto, sono prontamente intervenute le persone della Protezione civile del Comune di Imola. Problemi per parcheggiare nei campi adiacenti all’autodromo anche per i tanti tifosi già arrivati a Imola per il Gp di F1.

 

Anche a Castel San Pietro, il Sillaro nelle prime ore del 22 aprile, è uscito dagli argini a Gaiana in via Mori, fra la via Emilia e gli Stradelli Guelfi. Sul posto, sono intervenuti subito l’assessore Giuliano Giordani, la Polizia Locale e la Protezione civile. Nessun danno, poi l’allarme è presto rientrato.