Imola. Max Verstappen vince la Sprint race di oggi pomeriggio, con un sorpassa all’ultimo giro su Charles Leclerc, autore di una grande partenza che lo aveva portato in testa, gelando l’entusiasmo delle decine di migliaia di tifosi che hanno assiepato il tracciato del Santerno.

Dopo alcuni giri dietro la safety car entrata dopo l’uscita dell’l’Alfa Romeo di Guanyu Zhou, il pilota olandese ha recuperato decimo su decimo che lo ha portato a ridosso del pilota della Ferrari, per poi superarlo all’ultimo giro.

Marc Verstappen e Charles Leclerc (Foto Isolapress)

Al terzo posto Sergio Perez con la seconda Red Bul, mentre Carlos Sainz, dopo una grande rimonta chiude al quarto posto, che gli consentirà di partire dalla seconda fila nel Gp di domenica 24. Male le Mercedes con Russell undicesimo e Hamilton quattordicesimo.

Pubblico da record sul tracciato del Santerno con un sabato da tutto esaurito, grande entusiasmo e un po’ di amarezza per il secondo e quarto posto delle Rosse. Intanto cresce l’attesa per la gara di domenica.

A seguire le due McLaren di Lando Norris (McLaren) e Daniel Ricciardo (terza fila),  Valtteri Bottas (Alfa Romeo) e Kevin Magnussen con la Haas (quarta fila), Fernando Alonso (Spa/Alpine) e Mick Schumacher (Ger/Haas) in quinta fila, George Russell (Ing/Mercedes) e Yuki Tsunoda (Gpn/Alpha Tauri) sesta fila, Sebastian Vettel (Ger/Aston Martin) e Lewis Hamilton (Ing/Mercedes) settima fila, Lance Stroll (Can/Aston Martin) ed Esteban Ocon (Fra/Alpine) ottava fila, Pierre Gasly (Fra/Alpha Tauri) e Alexander Albon (Tha/Williams) nona fila, Nicholas Latifi (Can/Williams) e Zhou Guanyu (Cin/Alfa Romeo) in decima fila.

Il programma di domani >>>>

L’Inno d’Italia che anticiperà la partenza del Formula 1 Rolex Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna di domenica sarà suonato dalla Banda musicale dell’Arma dei Carabinieri. Gli orchestrali del Corpo, diretto dal Maestro Massimo Martinelli, suoneranno l’Inno di Mameli un quarto d’ora prima dello spegnimento del semaforo. Le Autorità presenti alla cerimonia saranno inoltre accolte all’ingresso della pista da Carabinieri in Grande Uniforme Speciale. Il sorvolo delle Frecce Tricolori sarà preceduto dal lancio di due paracadutisti della squadra di paracadutismo sportivo del primo Reggimento Tuscania che porteranno sul tracciato la bandiera italiana e il vessillo dell’Arma dei Carabinieri.