Castel San Pietro (Bo). Continua senza sosta l’impegno della Polizia Locale di Castello guidata dal comandante Leonardo Marocchi per la sicurezza sulle strade e nel territorio comunale. Nello scorso weekend, oltre ad effettuare i consueti controlli con l’impiego di due pattuglie per turno che lavorano in sinergia, mettendo in campo un totale di 8 operatori, la Polizia Locale castellana ha portato a termine una brillante operazione, riuscendo a bloccare un’auto, intestata a un soggetto fittizio, che era stata segnalata da diversi mesi anche da altri Comuni, poiché riusciva a sfuggire ai controlli non fermandosi all’alt. L’uomo al volante dell’auto, molto abile alla guida e a districarsi nel traffico, era sempre fuggito a forte velocità.

“Grazie al Targasystem, avevamo rilevato un ingresso quasi giornaliero di questa auto nel territorio comunale – racconta il comandante Marocchi -. Giovedì scorso l’avevamo intercettata ma, poiché si era data alla fuga per le vie di Osteria Grande, avevamo subito deciso di interrompere l’inseguimento, perché poteva costituire un pericolo, con l’intenzione di fermarlo in una situazione di sicurezza. La mattina seguente, abbiamo individuato l’auto parcheggiata e ci siamo organizzati per riuscire a fermarla non appena l’uomo si fosse messo al volante. Dopo ore di appostamento, nel pomeriggio, siamo riusciti a bloccarla prima che riuscisse a uscire dal parcheggio. Dai controlli è emerso che l’uomo alla guida era un 26enne – F.A. – residente in un comune della provincia di Bologna, che guidava senza aver mai conseguito la patente, senza assicurazione e senza revisione del veicolo. Inoltre, poiché risultava senza fissa dimora, c’erano a suo carico diversi atti giudiziari di natura penale in attesa di notifica. Il fatto che sia stato identificato consentirà ora alla giustizia di fare il suo corso. Inoltre abbiamo notificato i verbali per le violazioni commesse il giorno precedente: fuga dalle forze di polizia ed eccesso di velocità”.

Il weekend è proseguito con i controlli stradali programmati, grazie ai quali sono state sequestrate 5 auto senza assicurazione (compresa quella del 26enne F.A.) e sono state sanzionate 3 mancate revisioni e 2 sorpassi pericolosi in aree di intersezione, con ritiro e sospensione della patente.