Imola. “Un dialogo pubblico con i cittadini del quartiere Marconi per ragionare insieme sulla riqualificazione dell’edilizia pubblica, del cantiere per il sottopasso verso l’Ortignola e dei futuri interventi da 14,7 milioni di euro finanziati con i fondi PINQuA, che interesseranno la zona. Una modalità per raccontare e condividere le scelte e le intenzioni dell’Amministrazione Comunale”. Il sindaco Marco Panieri ha commentato così l’incontro pubblico dal titolo “Marconi al Futuro – progetti sociali, di rigenerazione urbana e partecipativi per il quartiere nell’ambito del progetto Marconi in rete”, organizzato nei giorni scorsi dal Comune, in collaborazione con il Centro sociale “A. Giovannini”, nella sede di quest’ultimo. Un incontro che non resterà un caso isolato, ma come assicura il sindaco, “nei prossimi mesi attiveremo un percorso strutturato e integrale di ascolto e partecipazione in tutti i quartieri della città”.

L’incontro è stato organizzato dal Comune nell’ambito del “Progetto Marconi in rete” per illustrare alcuni progetti sociali e urbanistici anche in riferimento all’ edilizia residenziale sociale e alle trasformazioni della viabilità ordinaria. Insieme al sindaco, sono intervenuti Daniela Spadoni, assessora al Welfare, Elisa Spada, assessora all’Ambiente, Michele Zanelli, assessore all’Urbanistica.

Dopo il saluto del sindaco, l’assessora Daniela Spadoni ha ricordato che “gli importanti lavori di riqualificazione inerenti il comparto di  via Galilei  sono stati l’occasione per  assumere un nuovo metodo di lavoro per avvicinare e accompagnare le famiglie nella  conoscenza e nell’ accettazione  dei cambiamenti di vita che sono inevitabili  per l’ effettuazione di tutti i lavori di riqualificazione: Comune, Asp e Acer hanno lavorato insieme per incontrare una ad una tutte le famiglie e spiegare loro il futuro della loro situazione abitativa”.

La rete del Progetto Marconi, con tutte le associazioni di volontariato e la cooperazione sociale, Asp e la parrocchia saranno vicine in modo molto pratico alle famiglie che dovranno effettuare i traslochi nei mesi estivi, con apporto di forza fisica per aiutare gli anziani e di intrattenimento dei bambini più piccoli per aiutare le madri sole e chiunque abbia bisogno.

Asp ha presentato poi il progetto “Costruire comunità – uscire dalle macerie” nato dalle riflessioni congiunte delle organizzazioni sindacali con la giunta comunale, progettato da Asp, finanziato dalla medesima amministrazione insieme ad ASP.

I ragazzi che frequentano il centro giovanile gestito da Solco, in esecuzione di un appalto di Asp, hanno poi raccontato, attraverso la spiegazione dei lavori fatti, che cosa significa per loro costruire le nostre comunità insieme.

“L’importante finanziamento ottenuto dalla Regione con il programma Sicuro, Verde e Sociale, finanziato coi fondi PNRR ci ha messo a disposizione oltre 7 milioni di euro per la riqualificazione integrale del complesso di Via Galilei 1,3,5,7 (36 alloggi) – ha spiegato Michele Zanelli, assessore all’Urbanistica -. Nell’incontro coi cittadini del Quartiere Marconi è stato illustrato il progetto elaborato da Acer che prevede un intervento di adeguamento sismico, di efficientamento energetico, con impiego di pannelli fotovoltaici e di accessibilità degli alloggi, con l’installazione di ascensori a norma. L’intervento sarà completato dalla riqualificazione degli spazi pubblici e del verde, con la realizzazione di un nuovo giardino pubblico e della pista ciclopedonale che da via Bucci collegherà il quartiere con l’Ortignola tramite il nuovo sottopasso ferroviario in fase di realizzazione. Siamo certi che questo intervento, parte integrante del programma di rigenerazione del quadrante Nord Ferrovia inserito nel PINQuA, porterà un grande beneficio alla qualità urbana del quartiere Marconi, i cui abitanti potranno usufruire delle attrezzature sportive già esistenti come la piscina Ortignola, e del parco urbano che sorgerà al centro del nuovo quartiere N8”.

Da parte sua, l’assessora all’Ambiente e Mobilità sostenibile, Elisa Spada ha commentato: “l’’incontro pubblico è stata un’importante occasione per condividere l’opportunità data dai progetti di trasformazione di aumentare lo spazio pubblico, in particolare il verde pubblico a favore del quartiere, sia a nord che a sud della ferrovia. Su questo tema partirà a settembre un percorso partecipato per immaginarlo insieme a cittadini e cittadine”.

Per l’assessore al Welfare, Daniela Spadoni, “l’incontro è stato un momento di festa, con spazi di gioco dedicati ai bimbi e anche un la condivisione di un aperitivo reso possibile dall’impegno di tutte le realtà del Progetto Marconi in rete. Abbiamo vissuto un bellissimo momento di comunità che ci ha dimostrato come sentirsi parte viva di una città rende possibile il dialogo sereno sui temi che riguardano il proprio quartiere, e la città intera. Al Quartiere Marconi abbiamo imparato che chi si mette a servizio della comunità e impara a dialogare è anche disposto a mettere il proprio interesse in secondo piano rispetto al bene comune. E abbiamo imparato che solo migliorando la vita dei più fragili migliora la comunità intera”.