Imola. Vasco Rossi sente profumo di primavera, ma soprattutto di concerti, è stato raggiunto da poco dall’amico e bassista “imolese d’adozione in arte Il Gallo”, Claudio Golinelli a Trento, prima tappa del tour il 20 maggio, da dove come si legge sul sito ufficiale le prove sono in corso da diversi giorni e tutti sono già carichi per i concerti “live”, ovvero per il ritorno davanti al pubblico dopo due anni di pandemia che, pur essendo ancora presente, non impedirà certamente le esibizioni dal vivo degli artisti e dei cantautori come è già accaduto, ad esempio, al “concertone” del 1° maggio a Roma.

A proposito, nel tour di Vasco Rossi 2022 ci sono tante grandi città e una “perla” in Emilia Romagna proprio a Imola dove Vasco torna per la quarta volta in 24 anni a dimostrazione del grande amore che lo lega alla nostra città da lungo tempo.

Vasco Rossi

Da Trento (poi seguirà Milano e quindi Imola il 28 maggio), ecco il diario del Komandante il 4 maggio sul suo sito Facebook ufficiale: “Dal fronte delle prove. Giorno 14. Il quarto giorno di prove di fila. Sono molto contento. La band comincia ad essere amalgamata e potente come una macchina da “Formula Uno”. Perfetta. Kom-patta. Potentissima. La sezione fiati, incisiva e divertente… Dà un tocco di festa a tutta la banda”.

Intanto si prepara anche la “macchina comunale”. “Abbiamo deliberato in giunta – spiega l’assessore ai Grandi Eventi Elena Penazzi – di dare mandato ad Area Blu per l’arrivo e la partenza di treni speciali da Bologna e dalla Riviera romagnola. Pensiamo che il pubblico, in buona parte, deciderà per questa soluzione e siamo pronti alla logistica per questo tipo di evento. Il sold-out di 80mila spettatori era già stato definito nel 2020, in epoca pre-pandemia per ragioni di sicurezza. L’entrata dei fans di Vasco sarà dal ponte di viale Dante per tutti, poi ci sarà una divisione fra coloro che andranno nel paddock e chi alla curva della Rivazza. Il palco sarà montato da Live Nation nei giorni precedenti l’evento nella stessa zona dove il cantautore di Zocca si è sempre esibito a Imola, così si troverà davanti la stessa visuale. Sarà una grande emozione per lui e, in particolare, per ‘Il Gallo’. Il pubblico troverà comunque un autodromo diverso da quello che vide anni fa, più polifunzionale e con maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale, alla raccolta differenziata e con altre attenzioni”.

“Resterà il brand ‘The sound of Imola’ – conclude l’assessore Penazzi – che promuoverà pure gli eventi successivi di quest’anno come i concerti dei Pearl Jam e di Cesare Cremonini; per questi due si sta studiando una diversa collocazione del palco, simile a quella dive si esibì Laura Pausini nella prova del suo spettacolo in città. Coinvolgeremo il centro storico per il quale passeranno tutti i passeggeri provenienti dalla stazione dei treni, valorizzando il food and beverage, e non solo. Ci sarà la possibilità di organizzare parcheggi privati per chi giungerà in auto o in moto. Insomma, stiamo lavorando pure per l’indotto e per far notare il meglio della nostra città a tutti coloro che verranno a vedere una grande, inestimabile, star del rock”.

(m.m.)