Imola. Dopo due anni ritorna il Cise (Centro italiano studi Egittologia) di Imola che riprende la sua programmazione con due conferenze nel mese di maggio.

Per la sessione primaverile in programma per venerdì 7 maggio, ore 18, nella sala grande di palazzo Sersanti (piazza Matteotti 8) ad Imola una conferenza dal titolo “Dall’Egitto a Bologna con la mummia di un antico egiziano” che prevede la presenza di Daniela Picchi e Alice Paladin.

L’iniziativa è dedicata a una ricerca svoltasi su una mummia del Museo archeologico di Bologna sotto la direzione scientifica di Daniela Picchi, responsabile della Collezione egizia del Museo, che ha diretto un articolato programma di indagini diagnostiche per studiare i resti umani, le tecniche di imbalsamazione e i tessuti utilizzati per il bendaggio della mummia, mentre Alice Paladin, responsabile del laboratorio di Antropologia, dell’Euirac di Bolzano, il centro di ricerca famoso per lo studio della mummia del Similaun, ha condotto lo studio antropologico, paleopatologico e delle tecniche di imbalsamazione sul corpo mummificato.