Faenza. Inaugurato martedì 17 maggio nella sede dei Servizi alla Comunità (ex Servizi sociali) dell’Unione della Romagna Faentina il pannello ceramico realizzato e poi donato dai ragazzi della “Lampada di Aladino”, Centro socio-riabilitativo e occupazionale (a indirizzo artigianale) per persone con fragilità intellettive , assistite dal personale della cooperativa faentina ‘In Cammino’. Le ragazze e i ragazzi del Centro (22 in totale), hanno voluto realizzare un’ opera in ceramica dal titolo ‘Magie nell’acqua’, aiutati dall’educatrice Annamaria Caneda.

Realizzata nel 2019, l’opera venne portata presso la sede dei Servizi alla Comunità dell’Unione (nell’aria riqualificata di Faventia Sales) a ottobre 2020. Causa pandemia non è stato però possibile mostrarla al pubblico nell’immediato, e così martedì 17 i ragazzi del Centro si sono recati presso la sede dei Servizi sociali , dove sono stati accolti dal sindaco di Faenza e presidente dell’Unione Massimo Isola, dall’assessore al Welfare del Comune di Faenza, Davide Agresti e dalla dirigente del Settore, Antonella Caranese; assieme a loro anche diversi operatori del Servizio.

Per l’opera è stata utilizzata la tecnica del mosaico e la ceramica tradizionale come materiale; alcune parti sono state madreperlate adottando la tecnica del ‘terzo fuoco’. I ragazzi hanno lavorato nel laboratorio del Centro adibito a questa attività con l’educatrice referente di ceramica Annamaria Caneda e la ceramista e scultrice Giuliana Reggi. La realizzazione ha richiesto un anno di lavoro, dalla progettazione ai disegni dei soggetti marini: pesci, alghe e coralli, che si sono poi trasformati in realizzazioni ceramiche multicolore. Il fondo sul quale sono stati sistemate le figure marine è stato realizzato con la tecnica del mosaico, utilizzando diverse tipologie di tessere: marmo, ceramica e sabbie di vari colori. La parte portante in legno è stata realizzata nel laboratorio di falegnameria del centro.

(Annalaura Matatia)