Imola. Si conclude dopo poco più di un anno il mandato di Roberto Murru, direttore generale di Area Blu: l’ingegnere cagliaritano, entrato in servizio il 1° giugno 2021 al termine di una selezione pubblica, resterà in carica fino al 30 giugno 2022. Dal mese di luglio cambierà infatti lavoro e vita, assumendo l’incarico di direttore generale di una grande azienda di trasporto pubblico locale, settore nel quale aveva fatto una lunga esperienza prima di dirigere la società in house del Comune di Imola.

“Quella imolese – racconta Murru – è stata per me una bella esperienza con tante novità: un settore in cui ancora non mi ero cimentato, una nuova società da dirigere e un nuovo territorio in cui vivere. Ho cercato di portare il mio contributo al rilancio di una realtà aziendale ricca di professionalità e competenze, lavorando in sintonia con il Consiglio di Amministrazione che mi ha scelto, con il presidente Domenico Olivieri e i consiglieri Aleardo Benuzzi e Mariangela Frascari, che ringrazio di cuore per avermi portato a Imola un anno fa. La stessa sintonia si è creata con il Consiglio di Amministrazione recentemente nominato, composto dalla confermata consigliera Frascari, dal consigliere Francesco Mercuri e dal presidente Eros Nanni. In particolare con il presidente Nanni – manager di grande competenza ed esperienza – ho subito trovato identità di visione e di obiettivi sul futuro della società. Una sintonia favorita anche dell’azione svolta dagli Enti Soci, che hanno indirizzato e supportato la società nel suo percorso di sviluppo. A tutti loro va un ringraziamento sentito: in particolare al Socio di maggioranza, il Comune di Imola, che con l’energia e l’attenzione del sindaco Panieri ha costantemente affiancato la società, ricordandomi sempre l’importanza che Area Blu e le sue attività rivestono per la comunità imolese”.

 

“La scelta del direttore generale Roberto Murru di assumere un nuovo incarico in una grande azienda del trasporto pubblico locale è una scelta personale, dettata da legittime prospettive di ulteriore carriera, che va rispettata. In quasi un anno di lavoro insieme ho avuto modo di apprezzare le sue grandi doti professionali e umane e la capacità di guida della società nel raggiungimento degli obiettivi dati. Da un lato, quindi, dispiace per l’impossibilità di proseguire il lavoro fin qui portato avanti in Area Blu, dall’altro c’è il pieno rispetto per la scelta fatta insieme all’augurio di raggiungere ulteriori traguardi professionali nel nuovo prestigioso incarico che andrà a ricoprire”, commenta Marco Panieri, sindaco del Comune di Imola, ente che detiene il 91,0284% di Area Blu, società in house.

“Abbiamo apprezzato la decisione di Murru di accogliere la nostra richiesta di rimanere in carica fino al 30 giugno, in modo da potere effettuare un periodo di affiancamento con la nuova figura di direttore generale che andremo quanto prima ad individuare, proprio per garantire alla società una governance completa e motivata entro tempi certi. La recente nomina del presidente del Cda, Eros Nanni e il proficuo lavoro fin qui svolto dal direttore Murru garantiscono la stabilità necessaria per affrontare questa fase di transizione e ci fanno guardare con fiducia alla definizione di una nuova governance che, sono certo, saprà vincere le sfide che attendono una società così strategica per la qualità della vita delle nostre comunità”, conclude Panieri.