Imola. Si è svolta il 30 maggio nella sala del Consiglio comunale, in municipio, la cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso “L’Autodromo: come ti piacerebbe utilizzarlo?”, rivolto alle classi IV e V della Scuola Primaria e classi I e II della Scuola Secondaria di 1° Grado degli Istituti Comprensivi imolesi. Promosso dal Comune di Imola insieme a Formula Imola spa, la società che gestisce l’autodromo, il concorso è teso a conoscere, attraverso i disegni, l’idea dei bambini su come utilizzare lo spazio autodromo nella sua interezza: pista, paddock, museo, box, tribune ecc.

L’iniziativa è finalizzata a creare una sinergia tra l’autodromo e le nuove generazioni e rappresenta un’occasione di spunto per altre future e vuole essere anche un contributo al rilancio del coinvolgimento e partecipazione delle scuole verso i temi che più coinvolgono il territorio locale, dopo le difficoltà derivanti dalla pandemia da Covid-19.

Gli elaborati potevano essere presentati in forma artistica (disegni, manifesti, cartelloni, foto, collages realizzati con ogni strumento o tecnica) o multimediale.

Su 110 lavori pervenuti, a vincere il concorso sono state le classi 1C e 2B della secondaria di 1° “Innocenzo da Imola” dell’Istituto Comprensivo n. 2 e la classe 4B della primaria “Rubri” dell’Istituto Comprensivo n. 6. Oltre all’attestato, il premio consiste nella visita dell’autodromo, con giro guidato nel paddock e spiegazione delle misure di sicurezza in pista, oltre che la visita alla Race Control e alla sala Cronometristi, in occasione delle Finali Mondiali Ferrari di ottobre. Un ulteriore riconoscimento è rappresentato dall’esposizione degli elaborati vincitori negli spazi di IF, in autodromo (piazza Ayrton Senna), nella settimana del DTM (17-19 giugno).

 Marco Panieri (sindaco di Imola): “Oggi abbiamo consegnato gli attestati alle classi vincitrici. Che emozione vedere la loro fantasia e la loro creatività su un luogo che appartiene alla nostra comunità. La conciliazione con l’ambiente, spazio ai giochi e allo sport, apertura alla città. Tutti suggerimenti che vogliamo cogliere e stiamo cercando di perseguire. Grazie all’assessora Elena Penazzi, al presidente di Formula Imola Giancarlo Minardi e a tutta la governance dell’Enzo e Dino Ferrari per aver intrapreso questa bella iniziativa, che si inserisce in un disegno più ampio di rilancio della struttura che, come Comune, stiamo accompagnando: a partire dal ritorno della Formula 1 e dalla nuova stagione dei grandi concerti, ma che riguarda anche investimenti sul circuito, nuove riqualificazioni, attenzione alla sostenibilità e apertura alla comunità”.

Elena Penazzi (assessore all’Autodromo Comune di Imola): “L’autodromo è patrimonio della città: abbiamo chiesto agli studenti di immaginare il futuro di questa struttura e loro hanno risposto con una fantasia e un entusiasmo che ci fanno capire quanto sia giusta la strada intrapresa. Vogliamo infatti che il nostro circuito sia sempre più aperto e polifunzionale, concretamente a servizio dei giovani, come polo di istruzione, formazione, sperimentazione e innovazione. Senza dimenticare il divertimento: i ragazzi amano la Formula Uno e sono appassionati al mondo del motorsport, per questo hanno apprezzato molto il premio di questo concorso, ovvero la visita dedicata durante le Finali Ferrari di ottobre”.

Gian Carlo Minardi (presidente Formula Imola): “E’ motivo di grande soddisfazione vedere come così tanti ragazzi e ragazze abbiano partecipato al concorso di disegno, con i migliori elaborati che saranno esposti nella sala di IF e le classi vincitrici che saranno ospiti dell’Autodromo in occasione delle Finali Mondiali Ferrari di ottobre. Un segnale non solo di come questi giovani cittadini imolesi sentano vicino a loro l’autodromo ma anche della voglia di essere coloro che potranno indirizzarne il futuro. Soprattutto mi ha colpito il fatto di quanto sia argomento trainante la sostenibilità, il che vuol dire che abbiamo una generazione che sta crescendo con un’attenzione forte e consapevole verso la salvaguardia dell’ambiente. E’ un punto irrinunciabile di Formula Imola quello di coinvolgere sempre più i giovani nella comprensione e nello sviluppo del nostro autodromo, con eventi come questo concorso e in altri su cui stiamo lavorando in continua collaborazione con il Comune”.