Imola. Martedì 7 giugno alle 18.30 al Centro Giovanile Ca’ Vaina avrà luogo l’ultimo incontro pubblico del progetto “Empowerment e impresa al femminile” organizzato dall’Assessorato alle Pari Opportunità con il supporto di Demetra Formazione. “Trasformazione digitale: un viaggio “appena” iniziato” è il titolo del seminario al quale parteciperanno, oltre a Elisa Spada assessora alle Pari Opportunità e Pierangelo Raffini assessore allo Sviluppo Economico, Elisabetta Bracci manager Clust-ER Innovate e fondatrice del network Jump Facility, Simona Malta Key Account Manager di Imola Informatica S.p.A., Alessandro Rovesti e Lorenzo Gardinali di Tetraktys Studio, start up innovativa nell’ambito della realtà aumentata e virtuale.

La trasformazione digitale è un cambiamento organizzativo radicale che richiede, all’interno di un business, una sfida complessa. Prevede modificare il modo di lavorare sfidando processi quotidiani acquisiti nel tempo, mutare le strategie e lo stesso modo di pensare, implementare le proprie competenze con nuove tecnologie. E’ un viaggio che esige gradualità e propensione al capovolgimento delle consuetudini. Esperienze pratiche riveleranno, però, quanto questo possa sfociare in efficienza, agilità, opportunità.

L’assessora Elisa Spada

Spada e Raffini: “Progetto congiunto dedicato all’imprenditorialità al femminile” – Con questo incontro termina il percorso dedicato all’imprenditorialità e alla crescita professionale femminile nel cui ambito è stato organizzato anche un corso di formazione di quaranta ore per 16 donne intenzionate a sviluppare una propria idea di lavoratrici autonome o con l’obiettivo di affrontare un percorso di aggiornamento. Lo sviluppo di un’idea imprenditoriale, l’elaborazione di strumenti di comunicazione e marketing, la valorizzazione delle competenze, l’accesso ai finanziamenti sono solo alcuni degli argomenti affrontati con numerosi esperti ed esperte. Le partecipanti al corso hanno inoltre avuto a disposizione consulenze personalizzate per concretizzare il proprio progetto.

“Questo progetto congiunto dei due Assessorati alle Pari Opportunità e allo Sviluppo Economico ha richiesto un lavoro di analisi della situazione attuale del lavoro femminile nel nostro territorio, specialmente in campo imprenditoriale, la connessione imprescindibile con le associazioni di categoria e un grande gioco di squadra. Buone idee, creatività, coraggio, etica e responsabilità sociale sono le caratteristiche che vogliamo veder crescere insieme al futuro dei progetti che speriamo possano prendere vita da questo percorso”, commentano Elisa Spada, assessora alle Pari Opportunità e Pierangelo Raffini, assessore allo Sviluppo Economico.