E’ stata pubblicata nei giorni scorsi la graduatoria provvisoria delle richieste di contributo presentate dai residenti nel Circondario relative al “Progetto conciliazione vita-lavoro 2022”, promosso dalla Regione Emilia-Romagna e rivolto alle famiglie dei bambini/e dei ragazzi/e dai 3 ai 13 anni nel periodo di sospensione estiva delle attività scolastiche.

“Si tratta di un progetto regionale molto gradito dalle famiglie grazie al quale da alcuni anni si sostengono le attività estive, con contributi straordinari, in maniera molto più consistente che negli anni precedenti, oggi potenzialmente fino a 336 euro a bambino/a, per famiglia beneficiaria”, spiegano Gabriele Meluzzi, sindaco di Fontanelice, con delega al progetto all’interno del Nuovo Circondario Imolese e Fabrizio Castellari, vicesindaco e assessore alla Scuola del Comune di Imola.

Per Meluzzi e Castellari “è una bellissima notizia che dopo il dato enorme di proposte presentate dai vari gestori dei centri estivi, assistiamo ora ad un ulteriore boom di richieste da parte delle famiglie a livello dei dieci Comuni del Circondario, che passano dalle 1.821 del 2021 a 2.028 del 2022 (di cui 1.006 nel Comune di Imola), con un aumento di oltre 200 domande (più 11,37% delle richieste). Questo è il segno della capacità dimostrata da enti e associazioni del territorio (sportive, culturali, aggregative, centri sociali, parrocchie) di proporre per i ragazzi e le loro famiglie progetti educativi di qualità, rispondendo a un bisogno di socializzazione in presenza, dopo tre anni scolastici complicati sotto questo aspetto”.

“Quando abbiamo visto che con i fondi messi a disposizione dalla Regione per il Circondario, pari a euro 184.349, alla luce del numero di domande pervenute, venivano soddisfatte solo le prime 656 istanze, relative a famiglie con Isee fino a 10.976,36 euro, il Circondario e i dieci Comuni all’unisono hanno scelto di integrare con 205mila euro di risorse proprie i fondi a disposizione delle famiglie fino ad un Isee pari a 20mila euro, potendo così accogliere ulteriori 811 domande. Così si passa da 656 a 1.467 famiglie (726 nel Comune di Imola) che riceveranno il contributo, sulle 2.028 istanze ammissibili inserite nella graduatoria provvisoria presentate dai residenti nei dieci Comuni del Circondario, pari al 73% delle domande ricevute”, aggiungono Meluzzi e Castellari, che concludono: “La scelta del Circondario e dei Comuni che ne fanno parte di intervenire con risorse proprie costituisce per le amministrazioni un grande sforzo e non è scontata. Mettendo in campo nostre risorse, come Circondario e come Comuni abbiamo voluto dare una risposta molto importante verso un numero significativo di famiglie, che va a colmare un’attesa più che motivata”.

Note informative tecniche da bando – Le famiglie non ammesse al contributo per mancanza di requisiti (link file esclusi per mancanza requisiti) potranno presentare entro il 18 luglio le proprie osservazioni, corredate da documenti attestanti il possesso dei requisiti alla data della scadenza del bando (27/06/2022) all’indirizzo  servizi[email protected]

Entro lo stesso termine del 18 luglio, e con le stesse modalità, coloro che hanno presentato un ISEE difforme dovranno presentare un’attestazione priva di omissioni/difformità. La graduatoria definitiva sarà pubblicata entro il 21 luglio 2022. Per maggiori informazioni per il Comune di Imola:  servizi[email protected] – tel. 0542/602319.

Ricordiamo che il contributo spettante alle famiglie beneficiarie sarà erogato direttamente alla famiglia, in seguito alla verifica dell’effettiva frequenza ai Centri estivi privati contenuti nell’elenco unico circondariale e dell’attestazione del pagamento della retta. Saranno direttamente i gestori dei centri estivi a consegnare nel mese di settembre, al termine delle attività, al Comune di residenza del bambino le ricevute/fatture di pagamento rilasciate e le dichiarazioni attestanti i periodi di effettiva frequenza.