Imola. Due giovani donne che compiono, per una relazione sentimentale finita male, pesanti danneggiamenti contro l’auto usata dall’ex fidanzato di una delle due. E’ accaduto nella notte fra l’11 e il 12 luglio in piazzale Michelangelo quando due ragazze, una di 24 e una di 28 anni, sono state notate aggirarsi in modo aggressivo a una Bmw nera.

Qualcuno che si trovava nei paraggi, ha avvisato la polizia che è intervenuta con una volante. All’arrivo degli agenti, però le ragazze non c’erano più. Era rimasta solamente l’auto che avevano preso come bersaglio: ovvero la Bmw fortemente danneggiata con gli specchietti laterali rotti, il parabrezza danneggiato, le portiere rigate e pure una frase di insulto pesante rigata sul cofano.

Dal racconto del testimone, la polizia è risalita al vestiario e a una sommaria descrizione del vestiario delle due giovani. Quindi, la volante ha cominciato a cercarle e ha fermato un’auto che si trovava nei paraggi proprio con due giovani donne a bordo. Una ha subito gettato fuori dal finestrino un grosso sasso (fra l’altro scheggiato), anche se poi davanti agli agenti hanno negato di essere state loro a devastare la Bmw. Ma un poliziotto conosceva il proprietario dell’auto il cui figlio risultava essere stato il fidanzato di una delle due, la quale ha ammesso che si erano lasciati non in buoni rapporti.

Di conseguenza la 28enne e la 24enne, entrambe di Castelbolognese, sono state denunciate per danneggiamento in concorso. Il sasso è stato sequestrato.