Imola. Oltre 20 milioni di euro per la “cura” degli Istituti superiori imolesi. Si tratta dell’investimento della Città metropolitana di Bologna in opere di edilizia scolastica per rendere più sicure e efficienti le scuole Scarabelli, Alberghetti e Paolini, e per la costruzione del nuovo polo liceale “Rambaldi-Valeriani”. Il maxi-piano, che vedrà i lavori, in parte già iniziati, realizzarsi dall’anno 2023 al 2025, è reso possibile grazie ai fondi PNRR e altre risorse.

A illustrarlo sono stati il 28 luglio, nella sede dell’istituto Tecnico Agrario Scarabelli, Marco Panieri, sindaco di Imola e Daniele Ruscigno, consigliere metropolitano con deleghe a Scuola e Istruzione, Edilizia scolastica, Formazione. Insieme a loro, sono intervenuti anche Fabrizio Castellari, vicesindaco e assessore alla Scuola del Comune di Imola e Gian Maria Ghetti, dirigente scolastico dell’istituto Tecnico Agrario Chimico Scarabelli Ghini.

Un piano di interventi che è il frutto del dialogo e della sintonia fra Città metropolitana, Nuovo Circondario Imolese e Comune di Imola, che oltre a ampliare gli spazi, riqualificarli e rendere più sicure ed efficienti le scuole, porta complessivamente a disegnare una logistica più funzionale di tutti gli istituti scolastici superiori di Imola. Ricordiamo che complessivamente ad Imola sono oltre cinquemila gli studenti delle scuole superiori, di cui il 40% proveniente da altre città.

Da sinistra, Panieri, Ghetti, Ruscigno e Castellari

Il piano degli interventi – All’Istituto Scarabelli, nel complesso denominato ex convitto di via Ascari, sono in corso lavori di miglioramento sismico per 5,7 milioni di euro. Al termine dei lavori, prevista per agosto 2023, i nuovi spazi realizzati potranno ospitare il Ghini che verrà trasferito dall’attuale sede di viale d’Agostino. In questo modo l’istituto si candida a diventare un centro di eccellenza in ambito regionale, proprio in occasione del 140 anniversario della istituzione della scuola agraria, nata nel 1883. In questo anno scolastico sono stati complessivamente 880 gli iscritti all’istituto Scarabelli Ghini (558 allo Scarabelli e 322 al Ghini).

La sede dell’Istituto Ghini (in via d’Agostino), sarà ampliata con la realizzazione di una nuova palazzina con annessa una nuova palestra, che in orario extrascolastico sarà al servizio anche delle società sportive. Il complesso sarà destinato a nuova sede del “Rambaldi-Valeriani”, il tutto grazie a un investimento di quasi 9 milioni di euro. Qui saranno infatti trasferiti il liceo classico Rambaldi (ora in via Garibaldi) e il liceo linguistico Alessandro da Imola (ora in via Manfredi). Il liceo scientifico Valeriani rimarrà, invece, nell’attuale sede di via Guicciardini. L’esecuzione dei lavori è prevista da luglio 2023 a giugno 2025. In questo modo, l’edificio di via Garibaldi che ospita il liceo classico Rambaldi ritornerà a disposizione del Comune, che ne è il proprietario.

Anche l’Istituto Alberghetti di viale Dante vedrà nei prossimi anni importanti lavori edili, dedicati in particolare al miglioramento sismico, al rifacimento di tetti, a nuovi servizi igienici, nuovi infissi e alla demolizione e ricostruzione di un intero blocco. Il tutto per un investimento complessivo di oltre 5,2 milioni di euro. Nel dettaglio, per il miglioramento sismico dei blocchi 2 e 4 saranno investiti oltre 1,3 milioni di euro. I lavori del blocco 2, già affidati, saranno ultimati nella primavera del 2023, mentre per il blocco 4 si prevede l’esecuzione lavori tra giugno e dicembre 2023. Per la demolizione e ricostruzione di uno dei corpi dell’Istituto saranno investiti invece 2,6 milioni di euro. I lavori dureranno due anni, a partire da marzo 2023. La sostituzione di finestre e infissi interni comporterà invece un investimento di 142mila euro. L’esecuzione dei lavori è prevista per marzo 2023, con fine stimata per il mese di settembre dello stesso anno. Al rifacimento della copertura sono dedicati 112mila euro, con lavori in calendario tra marzo e settembre 2023. Per il primo stralcio dell’adeguamento dei servizi igienici, comprese linee fognature, saranno investiti circa 500 mila euro. I lavori dureranno un anno, a partire da marzo 2023. Rifacimento dei servizi igienici anche per la sede di via San Benedetto, con un investimento di 568mila euro e lavori previsti per un anno, sempre a partire da marzo 2023.

Infine, all’Istituto Paolini di via Guicciardini, per il primo stralcio dei lavori di adeguamento dei servizi igienici sono stanziati 497mila euro. L’esecuzione lavori è in calendario per marzo 2023 e durerà un anno.