Il mindset della Silicon Valley si combina alle potenzialità delle aziende dell’Emilia-Romagna. È questo l’obiettivo del Mindset Program, iniziativa della Regione giunta all’ottava edizione, che coinvolge le start up innovative in un percorso finalizzato a scoprire ed acquisire l’approccio dei big della tecnologia. L’intento chiaramente è aumentare le opportunità di business per le nuove iniziative del territorio, preparando le aziende neonate al confronto con i mercati internazionali.

Dopo una fase di formazione online, i partecipanti faranno full immersion in presenza direttamente in California. E se le attività da remoto sono accessibili a 20 aziende, ad andare negli States saranno solo le migliori 10. A queste è riservato un ricco programma di attività, con accesso gratuito, fatto di workshop, visite ad aziende, centri di ricerca e molto altro.

Ma il bando di Mindset Program, per cui il termine di iscrizione è scaduto il 29 luglio, è solo una delle attestazioni dell’impegno della Regione Emilia-Romagna a supporto delle imprese. Tra le iniziative appetibili per le realtà che puntano a rimanere competitive c’è anche il bando per il sostegno della transizione digitale delle imprese. Grazie a questo provvedimento, la Regione supporta le PMI in un percorso che va dalla progettazione di soluzioni digitali innovative fino all’adozione delle stesse all’interno del flusso di lavoro.

Il bando per la transizione digitale è rivolto a tutte le micro, piccole e medie imprese del territorio, con l’unica eccezione di quelle attive nei settori della pesca e dell’acquacoltura. I beneficiari ottengono un contributo pari al 40% delle spese ammissibili, maggiorato di 5 punti percentuali qualora le spese siano finalizzate all’implementazione di soluzioni identificate dal bando come prioritarie.

Le aziende che accedono al bando per il sostegno della transizione digitale ricevono un supporto considerevole in termini economici. La sovvenzione arriva infatti ad una somma massima di 150.000 euro, da richiedere entro il 20 settembre per i progetti che prevedono la realizzazione di parte della spesa nel 2022. Per gli altri il termine ultimo è fissato al 20 ottobre.

Innovazione e competitività sembrano i punti centrali delle politiche di supporto alle PMI messe a punto dall’Amministrazione Regionale. Ma a beneficiare di iniziative ad hoc sono anche le imprese rosa, a cui periodicamente vengono dedicati appuntamenti formativi e incentivi. Uno degli ultimi esempi è il percorso “Empowerment e impresa al femminile” sviluppato dal Comune di Imola: tre incontri pubblici e 40 ore di formazione per valorizzare il potenziale delle donne nel mondo dell’impresa.

Quello portato avanti dalla Regione Emilia-Romagna è un lavoro di concerto che, anche grazie al supporto di operatori privati e Amministrazioni locali, punta a rafforzare concretamente il tessuto imprenditoriale.