Imola. Sono Mario Zaccherini al Senato e Lorenza D’Amato alla Camera gli imolesi candidati alle Parlamentarie del Movimento 5 stelle fissate per il 16 agosto che decideranno chi correrà e come alle elezioni politiche del 25 settembre.

Si tratta di persone che sono rimaste attive nel mondo pentastellato, terremotato dalle dimissioni anticipate dell’ex sindaca Manuela Sangiorgi nel 2019, che hanno ricostituito un gruppo di volonterosi attorno al capogruppo in consiglio comunale Ezio Roi. Un gruppo che fin da subito “ha malvisto l’entrata del M5s nel governo Draghi e che ha portato all’inevitabile abbandono del governo del banchiere nel momento in cui ogni provvedimento varato era costruito ad arte contro il programma del Movimento 5 Stelle. Forse siamo stati troppo ingenui, forse abbiamo solo sbagliato nel seguire chi all’interno del m5s stesso aveva già messo avanti le mani per futuri cambi di casacca. Sostenere Draghi è stato un errore, dobbiamo dircelo chiaramente. Ma ora siamo qui per ripartire, consapevoli di aver fatto la scelta giusta nel togliere la fiducia ad un governo che nulla stava facendo per i cittadini. Ci troviamo quindi di fronte ad una nuova sfida: l’esperienza di governo ci ha lasciato in dote la consapevolezza che purtroppo in Italia molti politici lavorano solo per garantirsi un seggio nella tornata successiva, non riconoscendo neppure il merito del Presidente Giuseppe Conte che, dopo giorni di trattative estenuanti in Europa, ha portato a casa 209 miliardi per il Pnrr, dei quali l’Italia sta beneficiando ampiamente”.

Quindi il gruppo del territorio imolese è finalmente a suo agio nella posizione di opposizione al governo Draghi anche se dovrà correre in solitaria al voto del M5s. Una sfida molto difficile, ma considerata necessaria perché “le sfide future del Paese sono molto difficili. La sanità, il clima, la giustizia che non funziona, la necessità di garantire ai lavoratori un reddito sufficiente per compensare l’inflazione, e a livello geopolitico internazionale l’assoluta priorità di perseguire la pace ponendo l’Italia nella condizione di dialogare dove ci sono conflitti, senza diventare parte belligerante, anche per rispettare l’articolo 11 della Costituzione. Il Movimento 5 Stelle Imola intende essere parte integrante del M5S nazionale che dall’interno delle istituzioni lotterà per vincere queste sfide. Nel voto online che ci sarà tra pochi giorni, ci saremo e daremo tutto il supporto a chi da anni lavora per il bene pubblico sia come attivista politico che come privato cittadino”.
Zaccherini e la D’Amato sono garanzia di persone serie che non hanno mai cercato posizioni di potere, ma anzi si sono impegnate nel Movimento nei momenti più complicati.
(m.m.)