Imola. La Lega continua a perdere pezzi. Dopo l’abbandono della consigliera Rebecca Chiarini che ha formato il gruppo misto non in polemica con i vertici del Carroccio, ora arriva un addio più doloroso perché critico verso questi ultimi. La consigliera Serena Bugani lascia la Lega per entrare in Fratelli d’Italia certificando anche a Imola una serie di movimenti in tal senso che stanno avvenendo in tutta la Romagna dove il partito della Meloni si sta rafforzando e ha i sondaggi migliori nel centrodestra in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. Dunque un acquisto piuttosto importante per il gruppo della Fiamma Tricolore dove si trovano già Nicolas Vacchi e Maria Teresa Merli e che aumenta la sua presenza in consiglio comunale tanto che per certificarlo è venuto da Bologna il capogruppo regionale Marco Lisei.

A tal proposito, Nicolas Vacchi, coordinatore Fdi per i dieci comuni del circondario imolese, dichiara: “Io e la collega Maria Teresa Merli siamo felici di accogliere nel gruppo Serena, di cui abbiamo apprezzato in questi anni il lavoro. Con lei sosterremo con maggiore forza il nostro programma: più sicurezza e meno degrado in città, più risorse per per il sociale e specie per le famiglie imolesi, rilancio delle politiche territoriali a favore del lavoro e dello sviluppo economico, vera trasparenza amministrativa e meno burocrazia, rilancio della cultura e del turismo a 360 gradi nella nostra città, valorizzazione dell’ambiente ed al contempo dell’autodromo e dei grandi eventi sul territorio, sempre fermi sulla conservazione dei nostri principi e delle tradizioni della nostra comunità. Il sogno è che Fratelli d’Italia non sia solo il primo partito a livello nazionale, ma anche nel circondario imolese. La crescita del nostro gruppo è la dimostrazione che la coerenza nell’azione politica viene ripagata”.

Da sinistra Serena Bugani e Simone Carapia

 

Già da tempo, chi seguiva il consiglio comunale, sapeva che a Imola, esistevano ormai “due Leghe”, una formata dal consigliere comunale e regionale Daniele e Marchetti e dal segretario cittadino e consigliere comunale Riccardo Sangiorgi vicina al parlamentare Jacopo Morrone e una formata da Simone Carapia (che per ora resta nel Carroccio) e da Serena Bugani vicina al parlamentare Gianni Tonelli. Due linee diverse, con Carapia e Bugani relegati un po’ al ruolo di “gregari”.

Una tesi che emerge dalle parole della Bugani, eletta nel 2020, con oltre 290 preferenze, che aderendo a FdI ha affermato: “Pur dovendo essere riconoscente a chi mi ha supportato, in primis l’on. Tonelli e il mio collega in consiglio comunale Carapia, per l’aiuto e per quello che mi hanno insegnato all’inizio della mia attività, ritengo il mio percorso all’interno della Lega Salvini Premier sia concluso definitivamente. Fino all’ultimo ho risposto speranza in un cambiamento a livello gestionale ed organizzativo da parte di certa dirigenza. In Fratelli d’Italia, in questi anni ho visto grande armonia, coerenza, professionalità del capogruppo Nicolas Vacchi, ed un lavoro di squadra che guarda ai cittadini e non al partito”.

Mastica amaro il segretario del partito di Alberto da Giussano Riccardo Sangiorgi: “La scelta di cambiare partito è una scelta personale che va rispettata quando fa seguito ad una riflessione politica ed ideologica importante, ma l’addio di Serena Bugani è arrivato un po’ a sorpresa, soprattutto se consideriamo la sua recente candidatura al congresso interno della Lega, ma andiamo avanti, i nostri interessi sono altri. Non ci soffermeremo molto sugli attacchi scomposti rivolti dall’interessata alla dirigenza locale della Lega, perché le priorità degli imolesi sono altre, ci auguriamo solo che il centrodestra a livello locale, così come sta avvenendo a livello nazionale, si occupi di proposte per gli interessi dei cittadini. Dopo il Congresso l’obiettivo della nuova segreteria locale è proprio quello di rafforzare il nostro radicamento territoriale garantendo al tempo stesso l’unità del centrodestra”.