Imola. A circa 24 ore dalla chiusura di tutte le candidature delle coalizioni e dei partiti in vista delle elezioni del 25 settembre, è possibile che nel collegio uninominale della Camera che comprende i Comuni del circondario imolese oltre ad altri del Modenese e del Bolognese ci sia un’imolese.

Si stratta di Lorenza D’Amato del Movimento 5 stelle, caldamente sostenuta dal gruppo che si stringe attorno al consigliere comunale a Imola Ezio Roi, e attentamente vagliata per tutta la giornata del 21 agosto a livello nazionale dal presidente Giuseppe Conte e dai suoi più stretti collaboratori.

La D’Amato, che è già “riserva nel listino proporzionale, è stata consigliera comunale durante il mandato da sindaca di Manuela Sangiori, che si dimise in largo anticipo, con la carica di presidente della commissione Sanità. Ora ha 40 anni, è sempre rimasta coerentemente nel Movimento 5 stelle durante la sua esperienza politica ed è biologa, specializzanda in microbiologia e virologia, lavorando come tecnico di laboratorio per la “banca delle cornee” dell’Azienda Usl di Bologna.

Se fosse confermata, la sua candidatura, sarebbe la prima di un’imolese nel collegio uninominale della Camera che comprende tutto il territorio del circondario.