Brisighella (Ra). Dopo un periodo di meditazione e riflessioni forzate – ma nel contempo di forte iperattività del suo alter ego letterario – ritorna uno dei grandi della canzone italiana, un ruggito liberatorio con inflessioni emiliane di una voce calda e potente: Andrea Mingardi.

Andrea Mingardi (Foto Comune di Brisighella)

Appuntamento venerdì 26 agosto, ore 21, all’Anfiteatro Spada, nell’ambito del festival “Suoni e Parole. Un Simposio informale tra le pietre di Luna”.

Raffaello Bellavista (Foto Comune di Brisighella)

Accompagnato dai fedelissimi del suo gruppo, Mingardi presenterà i suoi classici musicali e letterari in una serata irripetibile, all’interno del festival “Suoni e Parole. Un Simposio informale tra le pietre di Luna”. A rendere ancor più esclusiva la serata sarà la jam session finale tra la band e il pianista/baritono Raffaello Bellavista, direttore artistico del Festival.

Andrea Mingardi è stato un anticipatore del rock and roll, precursore del rhythm&blues italiano, poi del rock demenziale, interprete e autore di grandi canzoni per Mina e altri mostri sacri. Un punto di riferimento nella canzone d’autore italiana.

Nello spazio arte estemporaneo, allestimento con opere luminose in mosaico dello studio Unica. Esposizione di ritratti e di opere pittoriche dell’artista Paolo Tambini.

Venerdì 26 agosto sarà anche l’occasione per recuperare l’ultima serata del mercatino “Borgo d’arte”, annullata il 19 agosto per maltempo. Dalle 19 in centro storico.

 

Info e prenotazioni: Pro Loco Brisighella 0546.81166 – Accademia Melo Silvestre APS 377.9887578 (orario ufficio)