Si intitola “Dentro il film: il gioco dei mestieri del cinema” il laboratorio gratuito che porterà i ragazzi dai 10 ai 15 anni alla scoperta dei mestieri del cinema. Un’iniziativa promossa dai distretti culturali del nuovo Circondario imolese, e che rientra nel progetto “Cinema in Tour 2022 – La nostra terra. Viaggi, paesaggi e prospettive” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, per conoscere le tante professionalità al lavoro dietro la realizzazione di una pellicola cinematografica. Come? Con un gioco a squadre dove le risposte corrette ad una serie di domande sul tema sdoganeranno le caratteristiche di alcune delle figure fondamentali sui set dei capolavori del grande schermo.

Un format itinerante nei dieci Comuni del nuovo Circondario imolese in partenza il prossimo 5 settembre (ore 17) dalla biblioteca comunale di Casalfiumanese per poi coinvolgere, il giorno successivo, le sale a scaffali di Castel San Pietro Terme e Mordano. ‘Casa Piani’ di Imola e la biblioteca di Castel Guelfo protagoniste l’8 settembre prima di virare verso Toscanella di Dozza il 9. Riflettori puntati sugli spazi di via Pillio a Medicina il 12 poi, qualche ora dopo, doppia tappa nella vallata del Santerno a Castel de Rio e Fontanelice. Gran finale alla biblioteca comunale di Borgo Tossignano il 15.

Tutto il programma >>>>

Ma non è tutto. Dentro alle sale a scaffali circondariali, infatti, saranno allestiti dei ‘book corner’ con proposte di lettura e dvd dedicati al mondo del cinema e al tema della rassegna ‘Cinema in Tour 2022’.

“Forti dei consensi e del gradimento delle proiezioni gratuite ed itineranti di ‘Cinema in Tour 2022’, ormai uno degli appuntamenti più consolidati dell’estate in area circondariale, l’idea è quella di coinvolgere e stimolare i nostri giovani attraverso il fascino di uno dei comparti artistici più interessanti – spiega Beatrice Poli, sindaca delegata alla guida del Tavolo della Cultura del Nuovo Circondario Imolese -. Un viaggio alla scoperta di quelle professionalità, spesso visibili soltanto nei titoli di coda delle pellicole cinematografiche, che contribuiscono in maniera determinante alla realizzazione ed al successo di un film. Figure che animano i set attraverso la loro competenza, passione e dedizione”. E ancora: “Un modo per far scoprire ai ragazzi, e valorizzare, gli spazi attivi e polifunzionali delle nostre splendide biblioteche – conclude la Poli -. Luoghi preziosi di condivisione, approfondimento e socializzazione. Punti fermi dello scenario culturale delle singole comunità”.