Imola. Dopo i candidati alla Camera, cominciamo a osservare quelli all’uninominale al Senato che interessano i dieci Comuni del circondario, Bologna e zone limitrofe dopo che i seggi sono stati drasticamente diminuiti dalla grande maggioranza dei cittadini attraverso il referendum del settembre 2020.

Per la coalizione imperniata sul Pd, c’è una “vecchia” volpe della politica come Pier Ferdinando Casini, da quasi 40 anni in Parlamento con diverse collocazioni dalla Dc al centrodestra fino al centrosinistra, per il centrodestra un altro personaggio estemporaneo ma anch’egli ormai da tempo in politica come Vittorio Sgarbi da sempre vicino a Silvio Berlusconi, per Azione e Italia Viva Marco Lombardo, per il Movimento 5 stelle Fabio Selleri e per l’Unione popolare di De Magistris all’estrema sinistra Marco Odorici. Ciò restando alle principali coalizioni.

Pier Ferdinando Casini
(wikipedia)

Dunque nessun imolese, anzi candidati di livello nazionale come Casini e Sgarbi. L’imolese è nel listino proporzionale del Pd al Senato, ovvero l’ex sindaco Daniele Manca al secondo posto. Ricordiamo che alle elezioni politiche non è possibile il voto disgiunto come per quelle dei sindaci, quindi chi vota Manca vota anche Casini e viceversa.

(m.m.)