Imola. Sono stati ricevuti il 27 agosto in municipio, nella sala del Consiglio comunale, dal sindaco Marco Panieri e dal vicesindaco Fabrizio Castellari, i ragazzi ospiti bielorussi dell’associazione “Insieme per un futuro migliore”. Con loro, hanno partecipato all’incontro le famiglie che li accolgono, la presidente dell’associazione, Arena Ricchi e membri del consiglio, oltre a famiglie ospitanti in passato e ai ragazzi che hanno deciso di stabilirsi nel nostro territorio. Con la loro presenza, questi ultimi hanno voluto testimoniare la vicinanza all’Amministrazione Comunale, che ha sempre appoggiato i progetti e si è adoperata per loro in ogni necessità. A causa della guerra fra Russia e Ucraina, quest’anno a Imola ne sono giunti solo otto.

“Il 2022 era partito sotto i migliori auspici per la realizzazione dei progetti rivolti ai ‘bimbi di Chernobyl’, ma la situazione internazionale ha parzialmente bloccato la possibilità di ripresa. Per l’estate è stato possibile far arrivare solo bambini con inviti privati da famiglia a famiglia; ovviamente l’associazione imolese “Insieme per un futuro migliore” ha coordinato, supportato e coadiuvato le famiglie che desideravano farlo. In questo modo, sono arrivati nel circondario imolese 8 ragazzi per trascorrere 1 o 2 mesi con la loro famiglia italiana, godendo dei benefici del sole, dell’alimentazione a km. 0 e di tanto affetto”, ha spiegato Arena Ricchi, presidente dell’associazione “Insieme per un futuro migliore”.

“Nel darvi il benvenuto a Imola, voglio ringraziare Arena Ricchi, l’associazione da lei presieduta e le famiglie che anche quest’anno hanno voluto aprire le porte delle loro case per accogliervi” ha detto il sindaco Marco Panieri portando il proprio saluto, a nome anche del vice sindaco Fabrizio Castellari, ai bimbi presenti in sala. “La solidarietà – ha concluso Panieri – è uno dei valori fondanti della nostra comunità, che avete l’occasione di vivere nei giorni del vostro soggiorno e che vive tutti i giorni chi sta crescendo qui, integrandosi perfettamente. L’augurio, a chi di voi dovrà fare poi rientro a casa, è di poterci rivedere presto”

“L’arrivo di questi bambini deve rappresentare un forte segnale di speranza per tutti i bambini bielorussi e per le loro famiglie di origine, teso ad “aprire la strada” ai progetti tradizionali” ha aggiunto Arena Ricchi. L’associazione “Insieme per un futuro migliore”, nonostante la situazione internazionale che prevede blocchi e sanzioni verso la Bielorussia, continua la propria opera ultraventennale, aiutando i minori nel loro Paese di origine. “Fiore all’occhiello di questo 2022 è stato il dono di 99 buoni spesa a famiglie di “nostri” bambini che sono già diventati genitori, per un importo complessivo di 10mila euro e l’organizzazione della gita per gli ospiti del Centro diurno disabili di Korma, che ha avuto grande risalto sulla stampa nazionale in quanto realizzatrice di nuove idee circa l’educazione dei disabili”, ha concluso Arena Ricchi.

I bambini e tutti gli ospiti sono poi stati accompagnati dal sindaco in visita al palazzo comunale.