Con la nomina del Direttore dell’Unità Operativa Complessa Cure Primarie, Fabio Berveglieri, e della Responsabile della Struttura Semplice Dipartimentale Consultorio Familiare,  Anna Strazzari, si aggiungono gli ultimi tasselli al consolidamento dell’assetto organizzativo della sanità territoriale del Circondario, avviatosi a fine 2021 con l’affidamento a Sabrina Gabrielli della Struttura Semplice Dipartimentale Case della Salute ed Ospedale di Comunità, a cui era seguita, a febbraio 2022, la nomina di Fabrizio Zanotto quale Responsabile della Struttura Semplice Rete locale delle Cure Palliative.

Fabio Berveglieri

L’Unità Operativa Complessa Cure Primarie, dedicata alla produzione ed erogazione dei servizi sanitari territoriali, garantisce la presa in carico, l’assistenza e la continuità delle cure primarie e dei percorsi di cura integrati tra ospedale e territorio, gestisce l’attività di committenza delle prestazioni di specialistica ambulatoriale, assicura l’assistenza medica, infermieristica e farmaceutica di base, la presa in carico territoriale della cronicità e la continuità delle cure, definendo e garantendo percorsi assistenziali integrati e condivisi con il paziente e/o caregiver.

E’ compito di questa struttura lo sviluppo organizzativo dei Nuclei di Cure Primarie e delle Case della Salute ed il coinvolgimento dei medici convenzionati (MMG e PLS) nell’attività di programmazione dei servizi territoriali e nella realizzazione degli obiettivi previsti dagli accordi. Ad essa fa capo, tra l’altro, la rete locale delle Cure Palliative e la valutazione multidisciplinare che garantisce l’accesso alla rete dei servizi socio sanitari per anziani e disabili.

Le frontiere di qualificazione di questa ampia e fondamentale area di attività sanitaria e sociosanitaria riguardano il miglioramento della capacità di presa in carico territoriale della cronicità, anche attraverso la telemedicina, lo sviluppo delle potenzialità dei Nuclei di Cure Primarie; il consolidamento delle relazioni tra il sistema territoriale e ospedaliero e la promozione di reti cliniche integrate; lo sviluppo delle Case della Salute e della rete delle cure intermedie e di prossimità e dei progetti di collaborazione con il Dipartimento di Salute Mentale e con il Dipartimento di Sanità Pubblica. Il dottor Berveglieri, bolognese, è entrato a fare parte dell’Ausl di Imola da circa tre anni come responsabile della struttura semplice di cure primarie, dopo aver maturato una lunga esperienza nell’organizzazione della medicina del territorio all’AUSL della Romagna e dal prossimo 1 settembre avrà il compito di guidare tutti questi processi.

Anna Strazzari

Anche il Consultorio Familiare trova una dirigenza definitiva dal prossimo 1° settembre. Ad Anna Strazzari, psicologa, già facente funzione nel ruolo dal momento del pensionamento di Maria Grazia Saccotelli, viene confermata la responsabilità del Consultorio, la struttura territoriale che si occupa di prevenzione, diagnosi e cura della salute psicofisica della donna, degli adolescenti, delle coppie e delle famiglie. La Strazzari coordina inoltre il tavolo tecnico contro il maltrattamento di genere ed è referente dell’équipe socio-sanitaria integrata sui temi di affido ed adozione. Di fondamentale importanza è anche il ruolo svolto da Sabrina Gabrielli e da Fabrizio Zanotto, professionisti di grande esperienza che sono impegnati rispettivamente nell’organizzazione omogenea ed integrata dei servizi delle Case della Comunità e dell’Ospedale di Comunità e nello sviluppo delle Cure Palliative, con forte potenziamento dell’assistenza al domicilio.

“Siamo molto soddisfatti di aver perfezionato e rafforzato l’organizzazione di queste fondamentali aree della medicina territoriale su cui concentreremo molti dei nostri sforzi e degli investimenti nel prossimo futuro – spiega Andrea Neri, direttore sanitario dell’Ausl di Imola – Sono proprio i servizi con accesso “a bassa soglia” e quelli di prossimità che esigono di essere potenziati per andare incontro alle esigenze dei cittadini. Il dr. Berveglieri, la dr.ssa Gabrielli, il dr. Zanotto e la dr.ssa Strazzari sono professionisti di grande competenza ed esperienza, che conoscono bene la nostra azienda e il nostro territorio e che hanno già apportato in questi anni di lavoro in Azienda il loro forte contributo ai servizi di appartenenza”.