Imola. Laura Simoncini è dal 1° settembre il nuovo direttore dell’Unità Spinale del Montecatone Rehabilitation Institute, la più grande del Paese ed una delle più capienti in Europa con i suoi 88 posti letto.

Medico fisiatra, la professionista proviene da Bologna dove ha ricoperto, quale ultimo incarico, quello di Direttore di struttura complessa – Medicina riabilitativa e neuroriabilitazione – c/o IRCCS di Scienze Neurologiche di Bologna comprendente il reparto di terapia Semintensiva ad alta valenza riabilitativa c/o ospedale Maggiore del capoluogo e di quello di neuroriabilitazione COD “Casa dei Risvegli”, sempre all’ISNB.

Lauta Simoncini

Il direttore generale di Montecatone, Mario Tubertini, ha rivolto a nome dell’intera struttura un augurio di buon lavoro alla neodirettrice sottolineandone l’excursus professionale che, ha detto “è in linea con le necessità indicate dall’Istituto, tra cui l’esperienza nella gestione del percorso del paziente mieloleso e delle principali complicanze, nonché la capacità e l’esperienza necessarie alla individuazione e sviluppo di nuovi percorsi di diagnosi e cura”. Secondo il Direttore, infine, l’ingresso di Simoncini nell’organico di Montecatone rafforza ulteriormente la già proficua collaborazione con l’ISNB di Bologna.

L’Unità Spinale, si ricorda, è una struttura multidisciplinare dedicata all’approccio complessivo della persona affetta da lesione midollare, sia essa di natura traumatica che atraumatica, in fase acuta e/o di stabilizzazione. Nel centro spinale ci si dedica anche al reinserimento sociale, familiare e lavorativo dei pazienti con l’ausilio di un’equipe di medici, infermieri ed operatori sociosanitari, fisioterapisti e terapisti occupazionali, logopedisti, psicologi, neuropsicologi, assistenti sociali e educatori professionali