Imola. Porte aperte, tutto esaurito. La scelta di Clai di ospitare visite guidate all’interno del suo salumificio di Sasso Morelli e dello storico parco di Villa La Babina, nell’ambito della due giorni di Porte aperte Clai (il grande evento di sabato 3 e domenica 4 settembre), ha avuto un riscontro molto positivo: tutti gli ingressi a disposizione sono stati infatti assegnati con largo anticipo.

L’ex “Festa del Contadino” cambia dunque nome, ma rispecchia ancora totalmente il desiderio della grande Cooperativa agroalimentare di Sasso Morelli di dar vita a un evento a Imola che crei occasioni d’incontro, convivialità e soprattutto grande gusto. Una kermesse che, dopo due stagioni contrassegnate da regole e distanziamenti, torna quest’anno a pieno regime e con alcune belle novità.

“Per una realtà come la nostra – sottolinea il Presidente Clai Giovanni Bettini –, è quasi doveroso ‘aprire le porte’ alla comunità e consentire a chiunque lo desideri di conoscere direttamente quanta passione e impegno servono per far nascere prodotti sicuri, di qualità e dai sapori unici. In questi primi 60 anni di vita il territorio è stato grande protagonista dei successi di Clai. Ed è solo grazie alla preferenza che ogni giorno ci riservano i nostri consumatori, se siamo messi nella condizione di fare il lavoro che più amiamo con il massimo dei risultati. Sono dunque anche loro protagonisti della storia della Cooperativa: è giusto che possano apprezzare ancor più da vicino la realtà che hanno contribuito a far crescere. Se tutti gli ingressi sono stati prenotati così rapidamente, significa che questo messaggio è stato colto. Non vediamo l’ora di ringraziare uno a uno i nostri visitatori e raccontare loro le peculiarità dell’azienda e i segreti dello splendido giardino che ospita la nostra sede”.

Le iniziative

Organizzato in collaborazione con l’Emilia Romagna Festival, il Galà lirico si terrà sabato 3 settembre, a partire dalle ore 21, a Villa La Babina, sede direzionale della Cooperativa a Sasso Morelli di Imola.

Subito prima del concerto ci sarà la consegna del “Premio 100% Italiano”, prestigioso riconoscimento con il quale Clai si fa portavoce della valorizzazione del patrimonio e delle tradizioni italiane celebrando una personalità (o un’impresa) che si è distinta per l’impegno a favore della promozione della cultura, del lavoro o della solidarietà.

Il giorno successivo sarà la volta della terza edizione della Corsa campestre, che si terrà a partire dalle ore 9.30. Per aumentare il livello di inclusività, sono previste sia una gara competitiva di 12 chilometri riservata ad atleti iscritti a società sportive, e organizzata in collaborazione con AS Sacmi e Fidal, e una più rilassante “Passeggiata ecologica” di sette chilometri aperta a tutti (il ricavato sarà interamente devoluto alla AS Sacmi per attività educative e sportive).

Lo stabilimento Clai a Sasso Morelli (Imola)

Nel corso del pomeriggio di domenica invece ci sarà il momento del vero e proprio contatto diretto col mondo Clai. A partire dalle ore 17 inizieranno le visite guidate al salumificio di Sasso Morelli e allo storico parco e giardino di Villa La Babina (che fa parte del famoso circuito dei Grandi Giardini Italiani). “Passione artigianale” e “Oasi di biodiversità” sono i temi scelti per questi due tour che rappresentano un vero e proprio viaggio nel gusto di sapori unici e nella bellezza della natura. Un’occasione d’oro per scoprire i valori che hanno fatto grande Clai in questi primi 60 anni di vita e per vedere da vicino ciò che ispira ogni prodotto realizzato dalla Cooperativa.