Medicina (Bo). Tutti d’accordo, la Trasversale di Pianura è “un’opera prioritaria per l’Emilia-Romagna”. E’ ciò che emerge da un incontro che si è svolto a Medicina nell’ambito del Festival dell’Unità, al quale hanno partecipato Andrea Corsini assessore Mobilità, Trasporti e Infrastrutture della Regione Emilia-Romagna, Matteo Lepore sindaco di Bologna, Andrea De Maria candidato Pd alla Camera dei Deputati, Daniele Manca candidato Pd al Senato, Matteo Montanari s,Sindaco di Medicina, Debora Badiali ,sSindaca di Budrio e Valentina Baricordi segretario Pd Medicina. L’incontro è stato coordinato da Valerio Baroncini, vicedirettore de “Il Resto del Carlino”.

Trasversale di pianura (Foto Città metropolitana di Bologna)

Secondo i partecipanti, il completamento della Trasversale è una priorità per l’Emilia-Romagna che vede interessati Anas, il Governo, la Città Metropolitana di Bologna e tutti i comuni coinvolti. Un’opera importante che ammonta tra i 15-17 milioni, al netto di revisione, visti e costi attuali.

Ancora oggi Anas è in attesa di sottoscrivere con il Governo e la Regione il nuovo contratto di programma con il piano pluriennale delle opere e le implicazioni della caduta del Governo potrebbero ritardare gli accordi.

“Abbiamo espresso al Governo le nostre priorità e la Trasversale è di fascia A, la più alta, perché è fondamentale per la mobilità di tutta la Città Metropolitana. Occorre che ad Anas vengano assegnate le risorse necessarie e la caduta del Governo oggi non mi permette di avere certezze. Posso garantire che non appena avremo la dotazione di risorse l’opera verrà realizzata”, ha confermato l’assessore regionale Andrea Corsini.

“Durante la campagna elettorale per Bologna ho incontrato il sindaco di Medicina e ho ribadito il mio impegno e quello della Città Metropolitana per il completamento della Trasversale. Confermo questo impegno insieme alla Regione per arrivare il prima possibile a concludere questa opera strategica per tutto il territorio bolognese”, ha aggiunto Matteo Lepore, sindaco di Bologna.

Il tratto stradale interessato per Medicina di 5 chilometri, tra Villa Fontana e la località di Olmo di Budrio, è il nodo più critico. L’intervento di rifacimento dei tre ponti (Gaiana, Fossatone e Quaderna) consentirebbe il miglioramento della viabilità, eliminando anche il semaforo a senso unico alternato posizionato sul ponte Gaiana.

Da inizio anno, con l’ordinanza n. 1110/2021/BO istituita da Anas a fine 2021, la polizia locale ha rafforzato i controlli dei mezzi di trasporto che circolano sulla SS 253 Bis Trasversale di Pianura (tratto Villa Fontana – Budrio) elevando delle sanzioni per i veicoli con una massa superiore alle 26 tonnellate.

“Il completamento della Trasversale di Pianura era già stata inserita dalla Città Metropolitana di Bologna come la priorità viaria del territorio provinciale. Contiamo nel suo inserimento all’interno del nuovo contratto di programma tra Regione Emilia-Romagna, Anas e Governo – conferma il sindaco di Medicina Matteo Montanari -. Intanto, in queste settimane Anas ha asfaltato tutto il tratto di Medicina e a breve partiranno anche le asfaltature della San Vitale, un segnale importante”.

“La Trasversale di Pianura è un’opera strategica non solo per il nostro territorio ma anche per il supporto al tessuto economico e imprenditoriale che lega i comuni della pianura, la zona interporto-Centergross e le aree commerciali e produttive della Romagna. È quindi assolutamente necessario procedere senza ostacoli e senza tentennamenti al suo completamento. Come Partito democratico non abbiamo intenzione di perdere di vista questo obiettivo e vigileremo costantemente affinché il tratto di Via Olmo venga realizzato” ha concluso Valentina Baricordi, segretario Pd Medicina.