Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta di Europa Verdi – Verdi Faenza indirizzata al sindaco di Faenza.

Caro sindaco,
in questi giorni abbiamo visto, con piacere che in materia di mobilità e trasporti “qualcosa si muove”; sembrano procedere alcuni progetti per la mobilità ciclabile collegati alla stazione ferroviaria, sembra avviato uno studio per utilizzare l’idrogeno per i treni sulla Firenze – Faenza – Ravenna.

Come forza politica locale che ha appoggiato due anni or sono la tua candidatura ti abbiamo sollecitato – a dire la verità più volte – a verificare con i vari soggetti della galassia delle ferrovie, se era possibile iniziare a parlare della mobilità locale anche su ferro; nel tuo programma elettorale se ne parlava e nel Pums (il piano per la mobilità sostenibile) approvato nei mesi scorsi c’è un capitoletto che parla di questa opzione, denominata tram-treno: è possibile utilizzare i binari per la mobilità locale sulla tratta    Errano – Persolino – Via Risorgimento – Faenza – Granarolo?

In periodo di Pnrr (che prevede interventi anche nei prossimi anni) perchè non verificare la fattibilità di questa modalità per il trasporto pubblico locale?

Se negli anni passati Faenza ha avuto il coraggio di approvare un nuovo piano della sosta, con i cui proventi è stato ed è possibile finanziare il Green – Go – Bus, gratuito per i cittadini, è perchè questo è stato voluto e stimolato anche dai verdi faentini; oggi c’è una nuova stagione.

Possiamo riprendere a parlare seriamente di mobilità guardando al futuro – e non solo ai prossimi tre giorni? Vorremmo parlarne, come forza politica con te ed eventualmente, se lo ritieni, anche pubblicamente, anche dopo le elezioni del 25 settembre, ma non facciamo passare altri due anni.

(Europa Verde – Verdi Faenza)